6a00d8341bf67c53ef0134819ab666970c-800wi

La supernova ricreata in laboratorio

Lorenzo Fantoni

Gli scienziati del Vulcan laser lab in Inghilterra hanno usato tre potenti fasci di luce su un filo di carbonio non più spesso di un capello per creare una supernova in miniatura direttamente sulla Terra.

LEGGI ANCHE: Ecco perché non c’è nessun complotto lunare (video)

I ricercatori hanno condotto l’esperimento per capire la forma di Cassiopea A, ovvero i resti di una supernova nella costellazione Cassiopea, situata a 11.000 anni luce da qua e che misura circa 10 anni luce. I risultati sono stati pubblicati su Nature Physics.

Secondo il professor Gianluca Gregori del dipartimento di Fisica della Oxford University, l’esperimento è stato reso possibile perché i processi fisici sono risultati scalabili così come le onde di un secchio sono compatibili con quelle dell’Oceano.

Quindi ciò che è successo nei laboratori del Vulcan laser lab è stata a tutti gli effetti una supernova, per quanto piccola e brevissima, una prospettiva affascinante anche in chiave commerciale: alzi la mano chi non vorrebbe vederne una!