storm

La tempesta solare del 2012 poteva causa duemila miliardi di danni

Lorenzo Fantoni

Il Sole è la nostra principale fonte di vita, ma come eritemi e tumori alla pelle dimostrano, può anche fare seri danni se ci esponiamo senza precauzioni. Tuttavia nessuna precauzione avrebbe potuto salvarci dal potenziale disastro che abbiamo rischiato durante una tempesta solare del 2012.

 

LEGGI ANCHE: Voyager 1 è il primo oggetto artificiale ad aver lasciato il sistema solare?

Secondo la NASA, durante la tempesta solare avvenuta il 23 luglio 2012 una nube di plasma è partita dal sole alla velocità di 3000 km al secondo, passando attraverso l’orbita terrestre. Fortunatamente il nostro pianeta non si trovava lungo il suo cammino, ma la settimana prima sarebbe stata investita in pieno.

Fortunatamente la nube ha colpito una nave STEREO (acronimo di the Solar TErrestrial RElations Observatory) che ha raccolto una impressionante mole di dati sul fenomeno.

Secondo uno studio successivo la nube avrebbe causato circa duemila miliardi di danni, friggendo ogni tipo di apparecchiatura elettrica e bloccando per giorni le comunicazioni e i network globali. Siamo nel campo delle speculazioni, ma se il disastro fosse avvenuto possiamo solo pensare cosa sarebbe oggi la nostra vita nel caso tutta la tecnologia esistente fosse stata spazzata via.