Me-holding-baby-after-birth

La triste storia del primo parto con cesareo a un bradipo

Lorenzo Fantoni

Un gruppo di veterinari del Costa Rica qualche giorno fa ha cercato di salvare la vita di un bradipo di tre anni e del suo piccolo che non riusciva a nascere con il primo cesareo mai realizzato su questo animale, ma purtroppo sia la madre che il suo cucciolo sono morti poco tempo dopo.

Sam Trull il fondatore dello Sloth Institute del Costa Rica, e esperto di animali selvatici della clinica Kids Saving Rainforest ha preso in cura l’animale nella clinica dopo la caduta da un albero. Purtroppo già prima del parto il bradipo soffriva di crisi epilettiche, e dopo alcuni giorni in clinica è entrato in travaglio.

mom-and-baby-two-days-later

A quel punto Trull ha portato l’animale da un altro veterinario, la dottoressa Yesse Alpizar, la quale ha capito subito che il piccolo non poteva nascere a causa della sua posizione e della vescica troppo gonfia della madre. A quel punto la Alpizar ha somministrato un anestetico, svuotato manualmente la vescica e tagliato il ventre della madre con un taglio cesareo. In tutto la procedura è durata circa trenta minuti, al termine della quale la dottoressa ha scaldato il piccolo col calore della propria pelle.

Purtroppo, il cucciolo di bradipo soffriva di molti problemi di salute e nutrirlo era molto difficile, quindi è morto la settimana dopo. La madre invece, lo ha preceduto, morendo il giorno dopo l’operazione a causa di un infarto.