batterie polistirolo evd

Le batterie al polistirolo, durano il 15% in più

Cosimo Alfredo Pina

Se avete acquistato qualche prodotto online, vi sarà forse capitato di ricevere la merce imballata dalle chips di polistirolo; proprio questi semplici pezzetti di plastica espansa, potrebbero celare il segreto per batterie migliori, come provato da uno studio condotto presso l’Università Purdue (USA).

Secondo i risultati presentati dal Dott. Vilas Pol, al National Meeting and Exposition of the American Chemical Society, sarebbe possibile trasformare le patatine di polistirolo in nanoparticelle e microfogli di carbonio, in grado di migliorare le performance delle attuali batterie al litio, fino al 15%.

batterie polistirolo

Gli studiosi hanno riscaldato il polistirolo a 600°C per trasformarlo in carbonio; dopo questa procedura l’elemento ottenuto è stato appiattito, ad ottenere le particolari strutture che sono poi state utilizzate come anodo per batterie al litio.

Oltre al vantaggio di aumentare la capacità delle batterie, grazie alla struttura porosa, questa tecnologia relativamente verde, permette di utilizzare un prodotto destinato a finire soltanto nei migliori dei casi nei centri di riciclo.

Secondo Pol, questo tipo di processo è relativamente semplice da riprodurre su scala industriale e le prime batterie al polistirolo potrebbero arrivare nel giro di due anni.

Via: Daily Mail