Film in formato digitale: la nostra prova in compagnia di LEGO Batman – Il Film

Lorenzo Delli -

Quasi quattro anni fa dedicavamo un editoriale sull’avvento del formato digitale, una “novità” che non coinvolge solo il settore cinematografico, ma anche quello dei videogiochi, della musica, delle riviste, dei libri e tanti altri. In questi ultimi anni ci stiamo lentamente abituando sempre più all’idea, tanto da pagare mensilmente servizi come Netflix, che ci offrono librerie di contenuti che non scegliamo direttamente, o Spotify, che offre musica in streaming con dinamiche per certi simili a quelle di Netflix.

Nel frattempo le case di produzione come Warner Bros. continuano a puntare molto sui film in formato digitale. I motivi li abbiamo espressi anche nell’editoriale citato poco fa: comodità di utilizzo, possibilità di portarsi sempre con sé i film su dispositivi portatili quali smartphone e tablet, il minor impatto ambientale e anche la garanzia implicita di una durata di vita sicuramente più alta di uno stesso contenuto in formato fisico.

LEGGI ANCHE: LEGO Batman – Il Film: Warner Bros. punta forte sul formato digitale

Ed è anche per i motivi appena citati che ultimamente i film in formato digitale sono acquistabili qualche settimana prima della loro controparte fisica, in modo da ingolosire i potenziali fan della pellicola garantendogli la visione prima del tempo. Grazie a Warner Bros. abbiamo potuto testare con mano la copia digitale di LEGO Batman – Il Film, un film di animazione su cui abbiamo speso più di una parola e su cui non ci dilungheremo ulteriormente.

Il formato digitale in questione è dedicato alla piattaforma virtuale di casa Apple. Il film risulta quindi utilizzabile su PC Windows (tramite iTunes), su macOS, su Apple TV o alternativamente su iPhone o iPad, i dispositivi mobili della mela morsicata di Cupertino. Perché lo abbiamo testato proprio sulla piattaforma di Apple? Perché in questo caso, così come per altri film, il formato digitale della pellicola LEGO comprende tutti gli extra presenti anche nella controparte fisica. Anzi, a dirla tutta ci sono dei contenuti esclusivi dedicati proprio a questa piattaforma, che quindi non potete recuperare neanche acquistando il Blu-ray.

Nei contenuti speciali della versione digitale di LEGO Batman – Il Film è possibile trovare anche qualche contenuto esclusivo non presente nella controparte fisica.

E il bello è che la presenza di contenuti speciali (esclusivi e non) non si limita solo a questa pellicola, ma a molte altre disponibili su iTunes. La stessa cosa purtroppo non si può dire di Play Movies di Google. Poche pellicole offrono un’esperienza del genere, come ad esempio Star Wars: Il Risveglio della Forza. La versione Play Movies di LEGO Batman – Il film non offre la medesima esperienza di utilizzo di quella di iTunes.

C’è comunque una piccola limitazioni anche nella versione dedicata alle piattaforma di casa Apple. Su iPhone e iPad non è possibile consultare i contenuti speciali: per farlo dovrete visionare il film tra le mura di casa sfruttando un PC/Mac o Apple TV. Poco male, con il formato fisico non potreste godervi neanche il film. Una caratteristica che invece ci ha sorpreso in positivo è la risoluzione del formato digitale. Di solito quando sugli store virtuali dedicati ai film si legge la dicitura HD viene da pensare che si parli dello standard 720p (1.280 x 720 pixel), ben lontano dal classico full HD dei Blu-ray.

Anche su iPad la qualità dell’immagine è ottima.

In realtà i film in alta definizione disponibili su iTunes sono effettivamente disponibili in full HD (1080p, 1.920 x 1.080 pixel), e addirittura sulla scheda del film è anche riportato il quantitativo di spazio necessario al download in locale del film. LEGO Batman – Il Film ad esempio occupa circa 4,5 GB di spazio su disco. Ora, va da sé che non si tratta della stessa qualità offerta da un Blu-ray, ma è comunque una risoluzione ben più alta di quella offerta da alcuni dei principali concorrenti di Apple.

Tutto scorre liscio, proprio come se lo stessimo guardando in DVD o Blu-ray. Non mancano la selezione della lingue per l’audio, i sottotitoli, la raccolta delle scene per visualizzare punti specifici e anche la possibilità (almeno su determinati dispositivi) di effettuare un zoom per passare da 16:9 a 4:3. Non c’è molto altro da dire. Siamo rimasti più che soddisfatti dalla visione del film in formato digitale e la presenza di extra non visibili altrove è una gradita aggiunta che può davvero contribuire a convincere l’utenza più fedele al formato fisico a valutare questa comoda alternativa. A voi la palla quindi. Avete avuto a che fare ultimamente con i film in formato digitale? O continuate a preferire il supporto fisico convinti magari della mancanza lato digitale di alcune caratteristiche?