soldati wolverine_2

L’esercito statunitense è al lavoro su dei soldati Wolverine

Cosimo Alfredo Pina -

Con un progetto decisamente fantascientifico l’esercito USA starebbe lavorando a degli stimolatori, in grado di aiutare i soldati nel processo di guarigione dei tessuti danneggiati in combattimento. Sviluppato dalla DARPA e con il nome di ElectRx, il sistema si baserà su tecnologie non invasive ad alta precisione, in grado di ripristinare i circuiti nervosi per mantere in vita i soldati feriti.

LEGGI ANCHE: Un minidrone al guinzaglio per aiutare i soldati sul campo

La nuova tecnologia sarà anche in grado di aiutare la ricerca nel tracciare i processi della trasmissione nervosa e quelli legati al sistema immunitario e, in un futuro, curare i pazienti affetti da malattie neurodegenerative. Il sistema potrà essere applicato tramite inizione locale e fornirà la precisione che manca agli attuali sistemi che si basano sullo stesso concetto.

soldati wolverine

Ovviamente l’ElectRx non sarà in grado di rimarginare ferite gravi, ma piuttosto di modulare e monitorare la conduzione degli stimoli nervosi per facilitare la guarigione e curare alcune malattie legate al sistema nervoso, che spesso affliggono i soldati di ritorno dai teatri operativi.

Via