Mad Catz chiude i battenti e dichiara bancarotta: addio a uno dei nomi più storici nel panorama gaming

Leonardo Banchi

Se siete appassionati di gaming, difficilmente potrete non aver mai sentito il nome di Mad Catz: l’azienda canadese, che per quasi trent’anni ha prodotto periferiche capaci di accontentare gli amanti delle console come quelli dei PC, ha però incontrato negli ultimi anni varie difficoltà economiche, che hanno alla fine convinto la dirigenza a chiudere i battenti e dichiarare bancarotta.

Non si tratta di una vera e propria sorpresa per chi ha seguito con attenzione la storia del marchio: già l’anno scorso il valore delle azioni aveva raggiunto il minimo storico, tanto da portare il CEO Darren Richardson a rassegnare le dimissioni. Il 2017 non si era poi aperto nel migliore dei modi, con il titolo della compagnia ritirato dalla borsa di New York proprio la settimana scorsa per un eccessivo abbassamento del suo valore di mercato.

LEGGI ANCHE: Al nuovo PC da gaming ASUS ROG GD30 manca solo l’uso della Forza

Se ne va così, dopo vari tentativi di ripresa, uno dei marchi più storici della storia del gaming, autore fra i tanti dell’iconica serie di mouse RAT, caratterizzata dal design modulare e completamente adattabile alla forma della mano.

Via: Neowin