metro londra

La metropolitana di Londra diventa più “verde”

Leonardo Banchi

I sistemi di recupero dell’energia in frenata, che permettono di sfruttare il calore normalmente dissipato in aria durante una frenata ed utilizzarlo come fonte di energia, sono decisamente un ottimo modo per ottimizzare i consumi di un veicolo, specialmente se esso viene utilizzato molto e opera diversi stop durante il proprio tragitto. Proprio grazie a questa idea, infatti, la metropolitana di Londra sta per diventare decisamente più efficiente dal punto di vista energetico.

Transport for London, la società che gestisce il sistema di trasporti della capitale inglese, ha infatti annunciato l’installazione sui veicoli della metropolitana di un nuovo sistema che riuscirà a raccogliere l’energia sprecata dai veicoli durante le frenate. Secondo calcoli, questo permetterà di produrre in modo autonomo circa un 1 Megawattora di elettricità al giorno, abbastanza per ridurre la “bolletta elettrica” del 5%.

LEGGI ANCHE: Ingombrante, brutto ma utile: ecco il wearable che misura il consumo di energia elettrica

Come effetto collaterale, questo permetterà anche di ridurre il calore generato dai freni dei treni, permettendo magari anche di limitare l’utilizzo del sistema di condizionamento delle stazioni nei mesi più caldi.

Riusciranno questi risparmi a riflettersi sul costo dei biglietti dei trasporti? Non possiamo fare a meno di augurarlo a tutti i cittadini londinesi, ma anche se ciò non si verificasse, non si può comunque fare a meno di rallegrarsi per il modo in cui un sistema iconico come la metropolitana di Londra dimostri di essere in grado di modernizzarsi, presentando una certa attenzione all’ambiente.

Via: EngadgetFonte: TfL