microsoft hypercam evd

Microsoft al lavoro su una fotocamera iperspettrale per smartphone

Cosimo Alfredo Pina

La fotografia (o imaging) iperspettrale è una tecnologia che permette di scattare foto davvero particolari. Nelle normali fotocamere vengono, solitamente, raccolte informazioni soltanto su tre canali: rosso, verde e blu.

Nella fotografia iperspettrale si effettuano invece letture su molte più bande spettrali (“colori”) per ottenere non solo informazioni visuali ma anche quelle riguardo alla natura del soggetto. Infatti ogni materiale risponde differentemente a particolari tipi di luce.

Sfruttando questi principi e questa tecnica i ricercatori Microsoft, insieme a quelli della University of Washington, starebbero lavorando su una fotocamera iperspettrale alla portata di tutti.

In effetti sistemi del genere esistono già da tempo e vengono impiegati in diversi campi come nell’industria alimentare o in astrofisica. L’obiettivo di Microsoft Research è però quello di creare sistemi alla portata di tutti, magari integrabili nelle future generazioni di dispositivi mobile.

In un recente intervento il team ha spiegato che i costi stimati per l’attuale prototipo, denominato HyperCam, sono di 800$, ma potrebbero scendere fino 50$. HyperCam legge ben 17 bande spettrali e potrà essere usata, ad esempio, per creare sistemi biometrici sempre più affidabili.

Non aspettatevi però di vedere la HyperCam sulla prossima generazione di smartphone Lumia; il tutto è ancora in fase di prototipazione e i problemi non mancano, primo fra tutti l’interferenza in ambienti troppo luminosi.

Via: CNET