skype-logo-open-graph

Microsoft chiuderà la sede londinese di Skype

Leonardo Banchi

Microsoft ha intenzione di chiudere la sede di Skype a Londra: la notizia, che porta con sé anche il licenziamento delle quasi 400 persone impiegate in essa, proviene dal Financial Times, ma è stata confermata anche da Microsoft, che alla testata giornalistica ha rivelato l’intenzione di unificare sempre di più i team al lavoro sui propri servizi, anche al rischio di mettere in discussione i dipendenti che, in tutto il mondo, sono attualmente focalizzati su alcuni di essi.

L’operazione evidenzia la volontà di Microsoft di rendere sempre più influente il proprio brand rispetto ai servizi acquistati nel corso degli anni: anche se Skype manterrà vari uffici in tutto il mondo, Europa compresa, alcuni ex dipendenti hanno infatti confermato al Financial Times l’abitudine, da parte della società di Redmond, di prendere progressivamente il controllo di Skype sostituendo i propri ingegneri, sviluppatori e dipendenti a quelli precedentemente in forze al servizio.

LEGGI ANCHE: Il nuovo Skype per Linux

Tutto questo accade naturalmente in un periodo non troppo florido per Skype, che ha visto progressivamente calare la propria posizione di predominio di fronte a nuovi avversari come Facebook Messenger e WhatsApp (anch’essa di proprietà di Facebook), entrati a gran forza nel mondo della comunicazione forti della loro ampissima base di utenti.

Via: TheVerge