tateartminecraft3

Minecraft incontra l’arte moderna della Tate

Lorenzo Fantoni

Quando si parla dei videogiochi come forma d’arte si tende a riferirsi al videogioco stesso, ma in alcuni casi il videogioco può diventare parte di un’opera d’arte esistente, anche se questa è vecchia di 100 anni.

LEGGI ANCHE: Gli usi più produttivi per il Lego (foto e video)

Questo è esattamente ciò che è successo in Tate Worlds, una serie di mappe gratuite di Minecraft ispirate all’arte moderna. Il progetto ha utilizzato il famosissimo gioco, in cui è possibile costruire praticamente qualunque cosa con dei blocchi, come se fosse un Lego virtuale, per esplorare dipinti e sculture della collezione Tate, inserendo i giocatori in un  mondo in cui le sfide da affrontare fossero legate alle opere.

Ad esempio, una mappa ispirata a dipinto di “La Piscina di Londra” dovremo aiutare il pittore a ritrovare i colori perduti. In “Soul of the Souless City” potremo invece fare un tour del dipinto di Nevinson, per capire cosa vedeva mentre dipingeva il quadro. Entrambe queste mappe sono disponibili da subito, e molte altre se ne aggiungeranno gratuitamente. Ovviamente prima dovrete possedere una copia del gioco per PC o Mac ovviamente.