loon

Mongolfiera di Google causa black out a Washington

Lorenzo Fantoni

Google ha confermato che uno dei palloni aerostatici coinvolti nel Project Loon ha colpito un palo della luce, causando un blackout ad alcuni zone di Washington la scorsa settimana.

La compagnia ha dichiarato che il pallone stava atterrando in maniera controllata, e notificata all’ente del volo, quando non si sa bene come mai ha colpito i cavi elettrici.

Purtroppo Google non ha nessun modo di assicurarsi che uno dei palloni non faccia danni quando è vicino al terreno, basta una ventata a scombinare tutto, ed è probabilmente questa la causa dell’incidente.

Tuttavia va dato atto a Google di aver fatto il possibile per prevenire e minimizzare le probabilità di incidente, visto che di solito i palloni atterrano in zone sicure e sono equipaggiati con paracaduti automatici che prevengono discese troppo rapide.

Project Loon è un’iniziativa di Google che punta a rendere questi palloni dei router WiFi per le zone rurali e prive di collegamenti a banda larga, palloni che normalmente volano molto al di sopra del traffico commerciale, e che sono solitamente sicuri da ogni tipo di incidente, tuttavia l’imprevisto è sempre dietro l’angolo.