Acqua e sale per ricaricare il vostro smartphone (foto)

Nicola Ligas -

Il problema di ricaricare i dispositivi mobili in ogni situazione non lo si risolve solo con i classici power bank, ma anche con soluzioni più eco friendly ed in qualche modo maggiormente universali come quella portata da myFC al Mobile World Congress.

LEGGI ANCHECaricando lo smartphone diventerete ciechi (foto e video)

Acqua e sale, opportunamente mescolate, per formare una pila a combustibile in grado di ricaricare il nostro smartphone praticamente a costo zero ed in ogni situazione. E se non aveste a portata di mano gli elementi necessari, esiste anche una soluzione monouso, chiamata Jaq, dal costo di 1,5$ a carica, che nel giro di un paio d’ore converte, in un’apposita custodia, il contenuto al suo interno in energia. Il costo della custodia sarà inferiore ai 95$. La capacità sarà di 2.500 mAh.

Può sembrare una cosa un po’ macchinosa, ma immaginate una simile soluzione negli aeroporti, in luoghi di transito, nei locali pubblici: può fare la differenza tra rimanere senza batteria ed ottenere una ricarica in grado di farci arrivare a sera o anche oltre.

Idea insomma molto interessante, che arriverà ufficialmente in Europa nel corso dei prossimi mesi. In Italia arriverà, ma i tempi dipendono dagli accordi che si riusciranno a stringere con i partner locali.

Il prodotto verde è il precedente modello del caricatore myFC.