Paracadute per atterrare su marte

La NASA testa un nuovo paracadute per atterrare su Marte (Video)

Leonardo Banchi -

Quando si programma un viaggio spaziale, una delle prime preoccupazioni da affrontare è sicuramente l’atterraggio: che ci sia o no un equipaggio umano a bordo, comunque l’ultima cosa che si vuole è che tutto l’investimento fatto per la missione vada distrutto in uno schianto degno di Hollywood. Nella prima missione marziana, che vide protagonista il rover Curiosity, per rallentare la discesa furono usati degli speciali paracadute, e gli scienziati che sono al lavoro su una nuova spedizione si trovano di fronte a un problema: le attrezzature che dovranno atterrare sul pianeta rosso stavolta sono un carico troppo pesante, e necessitano quindi di un paracadute più grande (o, per chiamarlo col nome ufficiale, Deceleratore Supersonico a Bassa Densità – LDSD). Qual’è il problema? Il paracadute è talmente grande da risultare impossibile testarlo nelle gallerie del vento tradizionali!

LEGGI ANCHE: Una camera speciale per creare Marte sulla Terra

Ecco quindi perché è stato necessario sviluppare uno spettacolare sistema di testing all’aperto, che coinvolge chilometri di corda, lenza da pesca, un elicottero Night-Hawk e una slitta spinta da un razzo. Il primo risultato? Il paracadute si è rotto, ma visto che lo scopo era trovare i punti deboli del sistema… è stato un gran successo!

Fonte: Engadget