distributore_cannabis_usa

Negli USA apre al pubblico il primo distributore automatico di marijuana

Cosimo Alfredo Pina -

Quello delle droghe leggere è un argomento di accesa discussione in molti Paesi del mondo. La strategia del proibizionismo si è spesso dimostrata inefficace e dispendiosa in termini di risorse umane ed economiche.

LEGGI ANCHE: Uno studio per capire come deve ballare un uomo che vuole attrarre le donne

In molti stati USA la tendenza degli ultimi anni è quella di cercare di regolamentare, con leggi ben definite, il possesso ed il consumo dei derivati della cannabis. Ne è un esempio il Colorado dove i primi negozi adibiti all’acquisto per uso ricreativo hanno aperto all’inizio di quest’anno.

Proprio nello stato del Grand Canyon sono stati attivati, a cura dell’azienda American Green, i primi distributori automatici di marijuana aperti al pubblico, fino ad ora in uso esclusivo delle farmacie.

L’utilizzo di ZaZZZ, questo il nome delle macchine, è riservato alle persone con necessità mediche ed in possesso di un’apposita tessera. Ovviamente non è solo una questione di attenzione al paziente, magari troppo timido per presentarsi al bancone.

Questo nuovo settore imprenditoriale attrae l’interesse di molti e per il prossimo anno fiscale è prevista l’entrata di 133 milioni di dollari soltanto in tasse. Nel nostro paese, dove la questione è ancora molto delicata, questi distributori segneranno “esaurito” per ancora parecchio tempo.

 

Via