termostato nest_1

Nest di 3a generazione: il termostato smart diventa più bello e funzionale (video)

Cosimo Alfredo Pina -

“Si programma da solo e po si paga da solo”, questo è lo slogan per il lancio del nuovo termostato Nest, che si rinnova con diverse interessanti novità, plasmate sul successo delle precedenti versioni.

Esternamente il termostato presenta lo stesso stile circolare con ghiera rotabile; tuttavia lo schermo è adesso più grande e risoluto il tutto dentro ad un corpo più snello.

Sul lato funzionale il Nest di terza generazione offre la funzionalità Farsight che lo rende un po’ come un orologio da parete smart, capace di illuminarsi quando entriamo in una stanza e con tanto di quadrante intercambiabile.

Grazie ad una maggiore quantità di sensori di temperatura il riscaldamento della casa sarà ancora più efficiente. Il tutto integrato con gli altri dispositivi Nest, come il sensore di fumo e gas Protect e la videocamera di sicurezza Cam.

Il nuovo Nest è già disponibile per essere acquistato sullo store ufficiale al prezzo di 249$, ma è molto probabile che, come i modelli precedenti, non sia facilmente installabile sugli impianti italiani.

Fonte: Nest
  • Marco Orefice

    “ma è molto probabile che, come i modelli precedenti, non sia facilmente installabile sugli impianti italiani.”

    Dove è il problema dei vecchi modelli? Hanno l’heat link che va collegato alla caldaia a 220v e il termostato/display lo monti dove ti pare, lo puoi anche lasciare appoggiato alla scrivania e alimentarlo con il trasformatore 12V in dotazione.

    • Emiliano Dalla

      Potresti approfondire un po’ il discorso, per piacere?
      Abito in un condominio che monta pannelli solari, ci sono due caldaie condominiali e poi ogni appartamento ha la sua piccola caldaia indipendente, che si regola con un modulo centrale (per definire i valori base) associato a 4-5 termostati installati nelle varie stanze per la regolazione fine di ogni ambiente.
      E’ da tanto che mi piacerebbe passare ai prodotti Nest ma sono sempre stato frenato dall’idea che in Italia non fossero compatibili. Non è quindi vero?
      Grazie!

      • Andrea

        Se hai un termostato standard (quelli che si prendono tranquillamente da Leroy Merlin ad esempio) si può sostituire senza problemi con il nest che si trova in Europa. L’unica cosa in più di cui hai bisogno è dell’alimentazione (220V) per l’heat link. Spesso infatti i termostati “normali” sono alimentati a batteria

        • Emiliano Dalla

          Grazie della risposta. I miei termostati (Theben) sono proprio alimentati a batteria…
          Quello che non capisco ancora bene però è questo heat link di cui parlate. Mi pare di capire che rappresenti il collegamento diretto tra caldaia e termostato posizionato in una stanza, giusto?
          Nel mio caso c’è però un altro elemento (modulo centrale), dal quale si regolano tutte le caratteristiche principali (T ambientale, dell’acqua della doccia,…) e si controllano tutta una serie di valori (ciclo giorno/notte, flusso di acqua nell’impianto, etc.).
          I prodotti Nest riuscirebbero ad interfacciarsi con questo modulo centrale, secondo voi? Oppure andrebbe bypassato totalmente?

          • Andrea

            L’heat link è nient’altro che un relè (un interruttore) che viene acceso o spento dal nest vero e proprio. Il nest può pilotare l’heat link sia in modalità cablata (due cavi fisici che vanno dal relè al termostato) o in modalità wireless (ovviamente entro certe distanze).
            Se hai una caldaia standard è semplicissimo farla funzionare con il nest. Con quello che chiami modulo centrale però non saprei…

          • Marco Orefice

            Il collegamento fra heat link e il termostato è solo per l’alimentazione 12V, il resto della comunicazione è wireless (entro 30m). Tant’è che i cavi che vanno dal link al nest sono solo 2 (http://goo.gl/RmGHVG pagina 12 e 13)

          • Andrea

            Può essere. Mi pareva di ricordare che in fase di installazione mi chiedesse di scegliere tra collegamento cablato o wireless. Comunque confermo che i cavi sono 2

          • leonida73

            Ciao, mi sto documentando perchè correi acquistarlo.
            Ho guardato la documentazione e ho capito che l’HEAT-LINK comunica WIRELESS con il TERMOSTATO e i CAVI che POSSONO collegare i due sono solo per l’alimentazione.
            Ho capito male?

          • Marco Orefice

            Esatto, sono solo per l’alimentazione. Se guardi a pagina 4 del manuale vedrai che addirittura nella confezione è presente anche un alimentatore “spot” per poter mettere il display dove più ti piace.

  • Il Falso

    Forse a breve comprerò casa e sarei molto interessato all’oggetto. Mi rivolgo a voi possessori, vi trovate bene? mi consigliate l’acquisto? e dato che dovrò comprare anche la caldaia nuova devo prendere un modello in particolare o posso sceglierne una qualsiasi? Grazie in anticipo 🙂

    • Luigiantonio Calò

      per ora la terza versione è solo USA… sulla vecchia versione ci sono molte guide su quali sono le caratteristiche da considerare…

  • Gigi

    E’ veramente uno spettacolo, perché cavolo non lo commercializzano in Italia?