Netflix spinge sull’HDR: avrà un impatto molto più grande del 4K (foto)

Cosimo Alfredo Pina

Netflix è stato uno dei primi pionieri dell’era dell’Ultra HD ed in effetti è ancora ad oggi uno dei pochi modi per sfruttare a pieno le TV 4K. Proprio Netflix potrebbe presto tornare a spingere sull’innovazione nel settore TV grazie al suo interesse nell’HDR.

Per Netflix l’HDR è la “prossima grande cosa”, ancor più grande del 4K. A spiegarlo è Neil Hunt, responsabile capo prodotto, che ha spiegato come l’introduzione dell’HDR avrà un impatto sulla qualità visivo fortemente superiore a quanto sia possibile con il passaggio dal full all’Ultra HD.

“Nel mondo reale l’occhio umano è capace di percepire 14 bit di differenza di luminosità […]. Un televisore riesce a rappresentare solo 8 bits […]. Non puoi avere scuro e chiaro allo stesso tempo.”

La tecnologia per realizzare, trasmettere e fruire di contenuti in HDR è già tutta disponibile; il grande limite al momento sembra essere quello degli standard. Dolby Vision sarebbe il candidato favorito, spinto anche da big come LG, ma la sfida con Ultra HD Premium, noto anche come HDR10, è ancora aperta.

LEGGI ANCHE: YouTube annuncia il supporto ai video in HDR

Ad oggi i contenuti in HDR sono perlopiù esperimenti ma, stando ad Hunt, le prime TV compatibili con Dolby Vision ed HDR10, capaci di offrire una forte luminosità conteporaneamente a neri profondi, arriveranno entro la prima metà del 2016. Netflix sarà pronta ad accoglierle con Daredevil e Marco Polo, già trasmesse in Dolby e presto convertite anche ad HDR10.

Il futuro della televisione sembra quindi essere quello di film e serie TV in ampia gamma dinamica ed Hunt promette che entro la fine dell’anno i contenuti Netflix in HDR saranno il 5%, che saliranno al 20% entro il 2019.

Fonte: Digital Trends