nextcloud box

Nextcloud Box: il primo dispositivo basato sugli snaps rende privati i più diffusi servizi cloud

Leonardo Banchi

Molte delle operazioni che siamo ormai abituati a considerare parte della vita quotidiana sono basate su servizi cloud: pensiamo, ad esempio, alle chat che scambiamo con i nostri amici, familiari e colleghi, o al modo più diffuso di salvare le foto scattate con il proprio smartphone.

Se però a causa di questa diffusione vi siete talvolta interrogati sulla sicurezza dei vostri dati e della vostra privacy, potreste guardare con attenzione Nextcloud Box, un dispositivo capace di erogare molti servizi, come il backup dei propri dati, la sincronizzazione di vari dispositivi e perfino la messaggistica istantanea, in forma del tutto privata.

LEGGI ANCHE: 25 anni di Linux

La prima particolarità di Nextcloud Box, almeno dal punto di vista informatico, è quella di essere il primo dispositivo commerciale basato sugli snaps, i nuovi “pacchetti universali” per linux che mirano a semplificare la diffusione e la manutenzione del software. Dal punto di vista hardware troviamo invece un case che ospita al suo interno un hard disk da 1TB e un Raspberry Pi.

Per gli utenti che decideranno di acquistarlo, però, a fare la differenza saranno i software disponibili. Potrete infatti estendere le sue possibilità oltre al backup e alla sincronizzazione dei dati sfruttando vari programmi. Ecco tre fra i più significativi:

  • Rocket.Chat: una piattaforma open source di messaggistica istantanea, che vi permetterà di chattare con colleghi e familiari senza paura che i vostri messaggi passino per server di aziende terze;
  • openHAB: un software di automazione per la casa, capace di integrare fra loro vari sistemi per l’IoT.
  • Codelabs : un “raccoglitore di guide” capace di guidare gli sviluppatori nella creazione di snaps, grazie a insegnamenti interattivi passo-passo.

Trovate tutti i dettagli su Nextcloud Box sul sito ufficiale, che però non contiene purtroppo ancora informazioni sul prezzo o sulle tempistiche di commercializzazione.

Via: Insights.ubuntu
  • wiggaz

    Se si inserisce nel carrello, si parla di 70€ e spedizione in Italia a partire dal 17 ottobre.