nico360

Nico360 è una piccola action cam da 32 MP per foto e video a 360° (video)

Cosimo Alfredo Pina -

Sulla sempre più affollata corsa del crowdfunding arriva il turno per Nico360, un’action cam a 360 gradi che, almeno sulla carta, promette un set di feature davvero interessanti, soprattutto perché racchiuse in un corpo dalle dimensioni molto contenute.

Su Indiegogo ha già raccolto il 77% dei 50.000$ posti come obiettivo, tutto sommato modesto per questo tipo di iniziative e spiegato probabilmente dal fatto che dietro al progetto ci sono partner del calibro di Microsoft e Texas Instrument.

LEGGI ANCHE: Realtà aumentata, foto a 360° e video in 4K arrivano sulle pagine di Focus

In effetti Nico360 sembra avere tutte le carte in regola per rivaleggiare con i sistemi più popolari, come Samsung Gear 360, Ricoh Theta S e LG 360 Cam, con un sensore da 32 megapixel, video 2560 x 1440 a 30 fps, 32 GB di spazio, supporto ai RAW, batteria da 1.400 mAh e molto altro, il tutto in un corpo resistente all’acqua da appena 46 x 46 x 28 mm. Ovviamente si collega allo smartphone, per gestirne le modalità di scatto e visualizzare l’inquadratura, mentre foto e video scattati possono essere fruiti con un visore VR.

La startup dietro al progetto promette di portare in produzione questa videocamera a 360° il prossimo settembre, con le prime consegne a chi ha pre-acquistato su Indiegogo già ad ottobre 2016 e l’immissione sul mercato il successivo novembre.

nico360 caratteristiche

Se pensate che questa piccola action cam a tutto tondo faccia per voi sappiate che per ora la trovate in vendita con perks (limitati in quantità) a partire da 99$, decisamente meno di quanto possa costarvi una videocamera a 360 gradi già in commercio, ma ricordatevi che le campagne di crowdfunding comportano sempre qualche rischio.

  • Shane Falco

    che significa che le campagne di crowfounding portano rischi? cioè la pago e poi non mi arriva?

    • Non lo puoi escludere con certezza, no.

    • dataghoul

      Esatto.
      Con l’ulteriore problema che il team di truffatori sta all’altro capo del pianeta.
      Ovviamente non è che sia sempre così.
      Ci sono anche quelli che realizzano e consegnano i prodotti.

    • Zen

      vedi il caso di turing phone

  • Tiwi

    davvero molto interessante