nima glutine

Questo è il gadget che ogni celiaco vorrebbe (se costasse meno)

Nicola Ligas

La celiachia è una di quelle malattie particolarmente fastidiose per chi voglia mangiare al ristorante, o comunque fuori casa, in un ambiente dove non è possibile controllare ogni ingrediente utilizzato.

La soluzione si chiama Nima, un piccolo dispositivo realizzato da 6SensorLabs, nel quale inserire piccoli campioni del cibo da esaminare ed in circa 2 minuti avrete il risultato, nella forma di una faccina sorridente se tutto va bene, o di una triste se vengono rilevate tracce di glutine.

Il tempo di attesa è in effetti piuttosto lungo, giusto quel tanto che basta a far raffreddare il cibo, ma almeno l’affidabilità dovrebbe essere pari a quella di un test in laboratorio. Il problema è però che ogni capsula in cui inserire il cibo da esaminare è logicamente monouso, e costa 3,99$; a questi aggiungete poi i 249$ del dispositivo in sé e avrete ottenuto una cifra che vi farà venire voglia di insistere più e più volte con il cameriere, affinché si assicuri dell’assenza di glutine, piuttosto che ricorrere a Nima.

L’aspetto positivo è che, una volta ottenuto il risultato dei test, i dati vengono caricati sul database dell’azienda, che dovrebbe poi aggiungere le informazioni alle recensioni di YelpFoursquare. Sempre che qualcuno lo usi.

In ogni caso da qualche parte si deve pur cominciare, e se foste interessati potete rivolgervi al sito dell’azienda.

how nima works

Via: Tech Crunch