nintendo virtual boy

Nintendo vuole una realtà virtuale sicura per i più piccoli

Leonardo Banchi

L’incontro degli azionisti di Nintendo ha rappresentato l’occasione, per il marchio giapponese, in cui svelare dettagli su possibili novità future: oltre ad aprire la strada alla creazione di un controller per smartphone, infatti, si è parlato di un possibile interessamento della casa nei confronti della realtà virtuale.

Lo storico autore di videogiochi Shigeru Miyamoto, infatti, ha parlato di come fra gli studi operati da Nintendo ve ne fosse uno con l’obiettivo di rendere la realtà virtuale sicura anche per i bambini. Qualora il marchio si lanciasse nel mondo VR, infatti, vorrebbe essere sicuro che “un genitore non debba preoccuparsi” quando il figlio sta indossando un visore.

LEGGI ANCHE: Nintendo potrebbe tornare nel business del grande schermo (video)

Questo ovviamente prevede una serie di controlli che toccano vari aspetti dell’utilizzo della realtà virtuale, come la necessità di assicurarsi che gli schermi non siano dannosi per la vista, e che i bambini non siano portati a scontrarsi con oggetti reali durante le fasi più concitate del gioco.

La strada è comunque ancora lunga, e la posizione di Nintendo rispetto alla realtà virtuale è sempre piuttosto scettica, a differenza del diretto rivale Sony: lo stesso Miyamoto ha affermato di non essere stato colpito particolarmente dai prodotti mostrati all’E3 dello scorso Giugno, ma di essere anche pronto a cambiare idea per il futuro.

Se non altro, se la casa Giapponese deciderà di lanciare un visore o giochi per la realtà virtuale sapremo di poterli proporre con sicurezza anche ai più piccoli, anche se sappiamo che prevenire tutti gli imprevisti che gli utenti più fantasiosi potranno generare sarà decisamente molto difficile.

Via: Engadget