Nokia ozo

Ozo: la rinascita di Nokia passerà da questa buffa e cara videocamera per la realtà virtuale?

Cosimo Alfredo Pina

Durante la passata estate Nokia Technologies ha svelato Ozo, una buffa ma potete videocamera per la realtà virtuale che promette di rivoluzionare la creazione e la fruizioni delle esperienze virtuali a 360° grazie ad una tecnologia esclusiva che punta a risollevare il marchio finlandese.

Ozo sarà rilasciata sul mercato e per questo l’azienda ha iniziato a rilasciare più dettagli a riguardo. La videocamera, dalla forma un po’ strana ma dalle linee curate, è un potente mezzo di ripresa che integra otto sensori da 2.000 x 2.000 pixel, accoppiati ad obiettivi che garantiscono riprese a 192° per ogni “occhio”, e altrettanti microfoni.

Le immagini e i suoni ripresi dai vari trasduttori sono poi elaborati dalla Ozo stessa che restituisce contenuti a 360° con audio 3D, senza bisogno di ulteriore post-produzione e in tempo pressoché reale.

Lo stream video può essere registrato sia su dei dischi SSD, alloggiati nella “coda” della videocamera, oppure trasmesso via cavo ad un visore, potenzialmente in qualsiasi parte del mondo. Questa visione particolarmente moderna del motto Connecting People potrebbe infatti essere alla base del futuro delle comunicazioni e della fruizione di contenuti.

LEGGI ANCHE: Ozo è la videocamera per video a 360° che porta Nokia nella realtà virtuale

Con l’avvento dei primi visori per la realtà virtuale, si tratta davvero di pochi mesi, Nokia Technologies prova a cogliere la palla al balzo lanciando Ozo sul mercato; come avrete intuito dalle caratteristiche si tratta di un prodotto di alta tecnologia e sarà indirizzato, almeno in questa prima versione, al settore delle grandi produzioni con un prezzo di 50.000$.

Via: Wired.com