chip radar francobollo

Questi chip grandi come un francobollo guideranno la vostra auto

Cosimo Alfredo Pina

Racchiudere un radar ad alta risoluzione dentro ad un chip da 7,5 mm di lato; questa è la sfida vinta da NXP Semiconductors, azienda olandese che adesso punta a portare il tutto sulle auto a guida autonoma.

Infatti il chip in questione è capace di emettere e ricaptare onde a 77 gigahertz per misurare la distanza dagli oggetti. Il concetto è lo stesso utilizzato dai piuttosto ingombranti sistemi impiegati nelle attuali tecnologie Advanced Driver Assistance Systems (ADAS), per i veicoli a guida autonoma.

LEGGI ANCHE: Quanto sono sicure le self-driving car di Google? Ecco i primi numeri!

Le piccole dimensioni e quindi la possibilità di poterli installare praticamente ovunque promettono di rendere ancor più efficiente (si parla del 40% in meno di consumi) ed integrata, anche esteticamente, la tecnologia self-driving.

I radar francobollo di NXP sarebbero già in mano alle aziende che stanno lavorando in questo campo, Google inlcusa. Un ulteriore passo che rende ancora più vicino il futuro degli spostamenti in auto.

Fonte: Venture Beat