Germany Van Gogh's Ear

L’orecchio tagliato di Vincent Van Gogh portato a nuova vita in Germania

Leonardo Banchi

Una copia vivente dell’orecchio di Van Gogh è stata fatta crescere grazie a dei campioni genetici di un discendente e messa in mostra in un museo tedesco.

LEGGI ANCHE: Una mutazione genetica rende due bambini immuni ai virus

L’artista Diemut Strebe, dopo aver tentato senza successo di acquisire materiale genetico del pittore olandese, ha infatti ripiegato su un suo discendente, Lieuwe Van Gogh, pronipote del fratello di Vincent, Theo Van Gogh. Ottenuti quindi campioni genetici, ha usato una stampante 3D per modellare le cellule nella forma del famoso orecchio tagliato.

L’organo così creato è attualmente mantenuto in vita in un liquido nutritivo e, a detta dell’artista, “potrebbe durare per anni”: attualmente si trova in mostra al museo di arte moderna ZKM dove, secondo il sito ufficiale, è anche possibile per i visitatori “parlare” con il pittore scomparso: i suoni emessi delle voci vengono processati da un software che poi provvede a stimolare in tempo reale gli impulsi nervosi dell’organo, come accadrebbe in un normale corpo umano.

Strebe, nel frattempo, progetta di creare altre installazioni usando materiale genetico dei discendenti di Van Gogh, e sta attualmente lavorando per includere DNA mitocondriale da una parente. In attesa, se doveste passare da Karlsruhe, avete tempo fino al 6 luglio per visitare l’esposizione.

 

 VIA: TheVerge