panasonic-g80-gh5-lx15-fz2000

Panasonic rinnova compatte e mirrorless e porta i video 4K a 60 fps nel settore consumer

Cosimo Alfredo Pina -

Ogni anno al Photokina di Colonia le aziende portano ricche novità e così Panasonic ne approfitta per rinnovare buona parte del suo comparto “non reflex”, con compatte mirrorless tra cui l’ancora prototipo della GH5, che per metà 2017 promette riprese 4K a 30 fps alla portata di (quasi) tutti.

Tuttavia non mancano i modelli che già nei prossimi mesi porteranno un po’ di interessanti novità, soprattutto per i video maker amatoriali (e non) che non vogliono rinunciare al 4K ma non vogliono investire in attrezzatura da decine di migliaia di euro. Ecco cosa ha in serbo Panasonic per la fine del 2016.

Pansonic Lumix G80: uscita, prezzo e caratteristiche della nuova mirroless per il 4K

panasonic g80

Partiamo con la Lumix G80 (negli USA G85), una mirrorless che riprende concettualmente molto di quanto visto nella GX80 lanciata lo scorso aprile, mettendolo nel corpo in stile reflex della G7 di metà 2015. Ancora una volta si punta molto sui video in particolare sul 4K.

Infatti anche la G80 può riprendere in 4K a 30 fps o 1080p a 60 fps oppure scattare foto fino a 25.600 ISO con raffiche fino a 9 fps, grazie al suo sensore da 16 megapixel. Ha anche un mirino elettronico OLED (EVF) da 2,36 milioni punti di risoluzione oltre ad un display reclinabile da 3″ e 1 milione di punti di risoluzione.

La novità più consistente è il nuovo otturatore che riduce le vibrazioni del 90% e un nuovo sistema di stabilizzazione su 5 assi; notevole anche l’autofocus a contrasto che promette messe a fuoco in appena 0,07 secondi.

LEGGI ANCHE: Lumix GX80, la mirrorless per il 4K si rinnova e costa meno

Rimane la resistenza a spruzzi e polvere, il tutto in un copro leggermente più compatto rispetto alla G7. Nel complesso la G80 continua a puntare a video maker anche grazie al jack per microfono esterno (da 3,5 mm), ma c’è anche qualche feature innovativa per il fotografo come quella che scatta foto da 8 megapixel (quindi 4K) a 30 fps per cinque secondi e permette di scegliere la migliore oppure di scegliere il punto di messa a fuoco in post produzione. Perfetta per le foto still life.

Pansonic Lumix G80 arriverà sul mercato, almeno quello USA, il prossimo ottobre ad un prezzo di 900$ per il solo corpo macchina e 1.000$ per il kit che include lo zoom 12-60 mm. Rimaniamo quindi in attesa di notizie per l’Europa.

Pansonic Lumix GH5: uscita, prezzo e caratteristiche della fotocamera che vuole sdoganare il 6K

panasonic gh5

La GH5 è sicuramente il modello più innovativo svelato oggi da Panasonic. Succederà, ovviamente, alla GH4 e promette di portare le riprese 4K 60 fps nel settore consumer. Concettualmente e nel design riprenderà molto di quanto visto sulla GH4, con praticamente la stessa disposizione di pulsanti e ghiere.

Quello che cambierà sarà il cuore, che permetterà di riprendere appunto in 6K (anche se solo per pochi secondi, similmente alla funzione della G80) e in 4K a 60 fps con profondità colore a 10-bit, il tutto grazie passando dal sensore da 18 megapixel. Un prodotto sulla carta molto interessante, di cui avremo più dettagli nei prossimi mesi visto che la commercializzazione non è prevista prima della metà del 2017.

Panasonic Lumix LX15 e FZ2000: uscita, prezzo e caratteristiche delle compatte premium

panasonic lx15

Nella nuova gamma Panasonic c’è spazio anche per le nuove soluzioni compatte, ovvero a lenti non intercambiabili. Stiamo parlando della nuova LX15 (negli USA LX10), la tascabilissima, e la bridge tuttofare DMC-FZ2000 (FZ2500 negli USA).

La Lumix LX15 ha un sensore da 1″ da 20,1 megapixel accoppiato ad uno zoom 24-75mm f/1.4-2.8, come sempre curato da Leica, il tutto racchiuso in un corpo interamente in metallo. Con questa fornitura la LX15 può anche girare video 4K fino a 30 fps.

panasonic fz2000

La FZ2000 riprende il concetto visto nella precedente bridge di Panasonic con un corpo generoso che alloggia un zoom equivalente 20-480 mm (20x); anche su questa c’è un sensore da 1″ e 20 megapixel di risoluzione e chiaramente non teme le riprese in 4K a 30 fps. Un po’ come la G80, offre un mirino elettronico da 2,36 milioni di punti e un display ribaltabile da 3″ e 1 mlioni di punti di risoluzione.

LEGGI ANCHE: Recensione Panasonic Lumix DMC-FZ1000

Soluzioni sì compatte ma comunque abbastanza premium, come ci ricordano i prezzi (per ora noti solo per gli USA) per la LX15 che costerà 700$ da novembre e per la FZ2000 in vendita da dicembre a 1.200$.

Via: Engadget