Parrot Bebop 2 - 39

Parrot Bebop 2 adesso usa il vostro smartphone per seguirvi durante le riprese

Cosimo Alfredo Pina

A quasi un anno dall’introduzione sul mercato italiano Parrot torna ad aggiornare il suo Bebop 2, il drone pro-sumer, e lo fa con follow me. Lo potete intuire dal nome, questa feature aiuta l’utente ad effettuare riprese in terza persona.

Infatti con follow me il Bebop 2 diventa capace di agganciarvi come soggetto della ripresa e seguirvi, utilizzando il vostro smartphone. L’app FreeFlight Pro comunicherà con GPS e (laddove presente) barometro del telefono per capire dove si trova l’utente e grazie ad un algoritmo di visual tracking “unico sul mercato” sarà in grado di comandare il drone per tenervi sempre al centro dell’inquadratura.

LEGGI ANCHE: Recensione Parrot Bebop 2

Sono due le modalità per sfruttare la funzione follow me di Bebop 2: Auto Follow, con cui è possibile impostare altitudine, angolo e distanza relativa dal soggetto, oppure Sovra-pilotaggio, una specie di guida assistita che permette di aggiustare l’inquadratura.

Inoltre ci sono modalità di ripresa automatica per creare video di impatto, ad esempio con una carrellata. Una bella aggiunta per chi possiede già un Bebop 2 o per chi ne stava pianificando l’acquisto ma attenzione, follow me è per ora disponibile solo su iOS, mentre arriverà su Android solo il prossimo dicembre.

FOLLOW ME GPS & VISUAL TRACKING Parrot Bebop 2 ti segue come un’ombra!

I piloti di Parrot Bebop 2 potranno beneficiare di un’esperienza di volo migliore grazie alle nuove funzioni di tracking.

Parrot lancia la funzione in-app “follow me” affidabile e precisa, con un’applicazione di visual tracking unica sul mercato, che dialoga col sistema GPS e il barometro* dello smartphone da cui si pilota il drone.

Dalla corsa all’arrampicata, dagli sport

estremi alle uscite in bicicletta con la famiglia, Parrot Bebop 2 segue ovunque il pilota proiettandolo al centro dell’azione.

La più precisa e affidabile applicazione ‘follow me’

La nuova funzione di tracking all’interno dell’app FreeFlight Pro è la più precisa e affidabile disponibile sul mercato. Sviluppata da Parrot, la funzione ‘follow me’ combina tre parametri: visual tracking, sistema GPS dello smartphone e, se disponibile*, barometro. In particolare:

Filma le tue avventure come un professionista!

Il GPS “Follow me “ e la funzione visual tracking sviluppata da Parrot offre due modalità di pilotaggio:

– Auto Follow: sei tu il soggetto principale

• Gli innovativi algoritmi di visual tracking sono progettati per agire come l’occhio umano, isolando i colori e le differenti forme del

soggetto all’interno dell’ambiente, permettendo di ottenere un’inquadratura ancor più accurata

(meno di un metro), tenendo il soggetto sempre al centro dell’immagine.

  • Il Sistema GPS dello smartphone che determina la posizione con una precisione fino a 5 metri.
  • Il barometro* dello smartphone che ottimizza il tracking verticale del soggetto.

Una volta in volo, utilizzando l’interfaccia user friendly dell’app, il pilota può impostare l’altitudine di volo, la distanza dal soggetto (minimo 5 metri), l’angolo di visione e impostare se stesso come il soggetto da tracciare. Una volta che i parametri sono impostati, lo smartphone non è più necessario. È possibile quindi tenerlo in tasca o nello zaino.

Cammina, corri o pedala… il drone si muoverà da solo, e ti seguirà come un’ombra, consentendo al soggetto di

* Disponibile solo per smartphone dotati di barometro

rimanere al centro dell’immagine senza necessità d’interventi da parte del pilota.
Sei appassionato di arrampicata e mountain bike? Non c’è problema! Il barometro* dello smartphone attiverà la modalità ‘Climb’ che rafforzerà la precisione del tracking e saprà regolare l’altitudine di volo in tempo reale.

Sovra-pilotaggio: In qualsiasi momento, utilizzando lo smartphone, è possibile prendere il controllo del drone e regolare l’altitudine di volo, la distanza tra il soggetto e il drone e l’angolazione dell’inquadratura.

Le funzionalità della modalità Auto Follow includono:

– Orbita: il drone compie un movimento intorno al soggetto di 360°.
– Parabola: il drone esegue una parabola sul soggetto (sale ad arco a 10 metri di altezza

dal punto di partenza, tenendo il soggetto al centro dell’inquadratura).
– Boomerang: il drone avanza e torna indietro di 30 metri, spostandosi lungo l’asse della

telecamera.
– Zenith: il drone si muove in avanti e sale a 15 metri di altezza sopra la sua altitudine di

partenza prima di tornare alla sua posizione iniziale, tenendo sempre il soggetto al centro dell’inquadratura.

• Inquadratura automatica: sei tu il regista
In questa modalità, l’applicazione utilizza algoritmi avanzati di visual tracking per mantenere il soggetto al centro dell’immagine.
Il pilota guida il drone e, senza alcun intervento, l’angolo della telecamera di Bebop 2 si regola in automatico, fornendo una perfetta inquadratura del soggetto.
Quando il drone sta eseguendo un volo stazionario, l’angolo della telecamera viene nuovamente regolato e Bebop 2 ruoterà sul suo asse, seguendo il soggetto e conservando l’inquadratura.

***

Disponiblità: La funzione ‘follow me’ con GPS e visual tracking by Parrot è disponibile per iOS all’interno dell’applicazione FreeFlight Pro come acquisto in-app al prezzo di 19,99€ (dopo 15 giorni di free trial). La versione Android sarà disponibile da dicembre.

Scopri qui il video su follow me GPS e le funzioni visual tracking per Parrot Bebop 2!

o Perfect Side che imposta l’angolo di ripresa (dalla parte anteriore, posteriore, lato destro/ sinistro; 3/4) e grazie alla quale Parrot Bebop 2 seguirà il soggetto filmando il suo percorso e tenendolo al centro dell’inquadratura. Ovunque vai, ovunque ti muovi.

o Magic Dronies: ovvero il pilota può selezionare uno dei movimenti pre-programmati per realizzare ‘dronies’ come un professionista:

Vola in maniera responsabile!
I piloti esperti e i principianti devono assumere il controllo del drone per il tempo libero in maniera responsabile e in accordo con la regolamentazione imposta dalla legislazione vigente.
Per godere appieno dei propri droni, Parrot ricorda alcune semplici regole:
– Non perdere mai di vista Parrot drone;
– Non avvicinare né filmare le persone senza il loro consenso;
– Prestare particolare attenzione al rispetto della privacy;
– Non eccedere il limite massimo di altitudine previsto nel proprio Paese;
– Non volare nei pressi di aeroporti, basi militari, zone industriali e altre aree sensibili;
– Non sorvolare aeree popolate e urbane;
– Non volare in caso di pioggia, neve, nebbia, forte vento e di notte;
– Non sorvolare stazioni, linee ferroviarie o autostrade.
Le misure di sicurezza sono disponibili qui.
Parrot raccomanda di consultare la legislazione del proprio Paese prima di volare, attenendosi sempre alle regole imposte.