“Patente e libretto”, ma l’auto è una self-driving di Google

Cosimo Alfredo Pina

Novanta anni alla guida, sommando tutte le ore, 1,9 milioni di chilometri percorsi e neanche una multa. A vantarsi di questo risultato è il team dietro alle self-driving car di Google che dal profilo Google+ del progetto hanno raccontato di come una delle simpatiche auto sia stata fermata dalla polizia.

Una spiegazione più esaustiva è stata data sul blog del Mountain View Police Department, il dipartimento di polizia della zona interessata:

“Questo pomeriggio un agente del Mountain View Police Department ha notato del traffico in coda dietro un auto in lento movimento[…]. L’auto viaggiava a 24 mph (39 km/h) in una zona a 35 mph (56 km/h). Mentre l’agente si avvicinava ha realizzato che l’auto in questione era un Google Autonomous Vehicle. L’ufficiale ha fermato l’auto e chiesto chiarimenti all’operatore (sempre presente a bordo NdT), spiegando che stava intralciando il traffico. Le self-driving car di Google rientrano nella Neighborhood Electric Vehicle Definition per 385.5 del California Vehicle Code e possono operare soltanto su strade con limite di 35 mph. In questo caso era nella piena legalità[…]”

Ovviamente Google è molto cauta nella conduzione dei test e comunque ha dichiarato che in caso di infrazione si assumerebbe piena responsabilità. Per il momento i piccoli veicoli intelligenti di BigG non hanno mai sgarrato e si inizia già a pensare ad una loro introduzione sulle strade vera e propria che, secondo le ultime stime, potrebbe avvenire già entro i prossimi tre anni.

Via: 9to5Google