Plastc-Card_front_and_back

Plastc, la carta che sostituisce le carte

Lorenzo Fantoni

Stanchi di dover tenere in tasca portafogli pieni di carte di credito e monete? Ci pensa Plastc, una carta che si propone di sostituire ogni tipo di pagamento elettronico.

Plastc è una sorta di carta di credito universale in grado di immagazzinare 20 differenti carte di credito, visualizzandole sul suo display E-ink. Grazie al suo firmware aggiornabile sarà anche possibile implementare nuove carte e nuove possibilità di pagamento in futuro.

Plastc è dotata di un sensore NFC (come Apple Pay) il che le permette di interfacciarsi con POS e altri sistemi di pagamento semplicemente avvicinandosi. In teoria potrebbe anche sostituire il badge che si usa a lavoro, la tessera della metropolitana e qualunque sistema si basi su NFC.

Per maggiore sicurezza, Plastc si blocca con un pin e dev’essere sincronizzata con uno smartphone per funzionare. In questo modo riceverete un messaggio se si dovesse allontanare troppo da voi, e cancellare ogni dato se non riportata entro un determinato periodo di tempo. Può anche essere cancellata in remoto.

Plastc è dotata di una batteria interna che si ricarica senza fili e dura 30 giorni, al momento può essere preordinata per 155 dollari e dovrebbe essere disponibile dall’estate del 2015.