project-loon-efficienza

Project Loon: basteranno pochi droni mongolfiera per portare internet in tutto il mondo (foto)

Cosimo Alfredo Pina

Le intelligenze artificiali e gli algoritmi basati su reti neurali si stanno rivelando importanti strumenti in tantissimi settori. Lo sa bene Alphabet che li impiega in tantissimi settori. L’ultimo sviluppo in tal senso arriva da Project Loon, il progetto sperimentale che punta a portare internet in tutto il mondo utilizzando dei satelliti atmosferici.

Sono ormai anni che si parla di questi palloni aerostatici, una specie di mongolfiere che volano ad alta quota, e di come porteranno, tramite un sistema di antenne, l’acceso ad internet anche nelle zone più remoto del pianeta. Una svolta verso la concretizzazione di questa tecnologia arriva proprio grazie alle IA.

L’idea iniziale era quella di creare una flotta di centinaia di palloni che fluttando in un flusso continuo avrebbero creato una rete simil-mesh su tutto il globo. Astro Teller, eclettico capo dei moonshot di Alphabet, che spiega come grazie ad un nuovo algoritmo l’efficienza del sistema sia stata notevolmente migliorata.

LEGGI ANCHE: Alphabet chiude l’anno in bellezza

Grazie alle IA i palloni adesso sono in grado di mantenere un rotta stabile su punti ben precisi. Sarà così possibile utilizzare gruppi di droni fluttuanti per aree più circoscritte, focalizzandosi, ad esempio, su un centro abitato remoto piuttosto che andare a coprire aree totalmente disabitate. Secondo Teller basteranno così poche dozzine di Loon per fornire a tutti l’accesso al web.

Un salto in avanti che piacerà a Ruth Porat, chief financial officer di Alphabet che per razionalizzare le spese ha già cancellato lo smartphone modualre Project Ara ed il drone solare Project Titan. Speriamo davvero che Loon non resti un mero esperimento.

Via: The VergeFonte: Astro Teller