Nuovo visore VR di Google: c’è chi ha già avuto modo di provarlo

Cosimo Alfredo Pina -

Tra i protagonisti del Google I/O 2017 c’è stato un prodotto inedito, un visore VR standalone che funziona senza PC o smartphone. In verità l’hardware non è stato mostrato ma è solo stato spiegato che per realizzare questa tecnologia Google sta collaborando con HTC, Lenovo e Qualcomm.

Dopo l’evento di lancio dell’evento dedicato ai dev, c’è chi ha avuto modo di immergersi nella nuova realtà virtuale di Google. Tra questi i colleghi di The Verge che hanno provato un prototipo “vecchio di un anno”, anche se non gli è stato concesso di scattare foto o girare video.

La versione finale sarà basata su Snapdragon 835 ma anche il prototipo, stando al report, si è rilevato già ben funzionante. L’esperienza sarebbe ancora lontana in termini qualitativi da quella di HTC Vive ed Oculus Rift, ma, come riporta Adi Robertson, migliore rispetto a quella degli altri visori standalone.

LEGGI ANCHE: Tutte le novità del Google I/O, il riassuntone

In particolare WorldSense, basata su semplici videocamere e che usa la computer visione per avere dei riferimenti nel mondo reale, restituirebbe una sensazione di movimento naturale; il controller del prototipo sarebbe lo stesso di Daydream View.

Ancora è tutto in una fase molto primordiale, come ha spiegato anche Clay Bavor, ma il primo prodotto commerciale sarà presentato già entro fine anno. La curiosità su questo dispositivi si fa più intensa, soprattutto perché in molti stanno aspettando una tecnologia capace di rendere la realtà virtuale più alla portata di tutti.

Fonte: The Verge