qualcomm final

Qualcomm sempre più impegnata nell’IoT

Cosimo Alfredo Pina

In occasione dell’Editors Week, evento autopromosso, Qualcomm ed in particolare le sue divisioni specializzate in reti wireless, hanno colto l’occasione per fare il punto del proprio impegno nell’Internet of Everything, la particolare visione a 360° per approcciarsi all’IoT.

Grazie alla collaborazione con altri grandi aziende come Ayla Networks, Exosite, Kii, Proximetry, Temboo, Xively by LogMeIn lo sviluppo di nuovi dispositivi che utilizzano Wi-Fi con approccio IoT sarà sempre più facile per i produttori ed una dimostrazione arriva anche con il recente aggiornamento del protocollo AllPlay, pensato per lo streaming di musica tra smartphone ed altoparlanti.

Queste collaborazioni, così come l’introduzione di nuove soluzioni hardware (QCA401x e QCA4531) promettono l’avvento di dispositivi smart connessi in maniera sempre più efficiente e dai costi contenuti.

LEGGI ANCHE: ARTIK: l’universo open source di Samsung per l’IoT

 

Il successo di Qualcomm nel campo dell’Internet of Everything è dimostrato anche dalla diffusione dei suoi protocolli e delle sue componenti su ogni tipo di dispositivo smart, dagli altoparlanti agli indossabili, passando per auto e dispositivi medicali.

In futuro vedremo decisamente crescere questo settore dell’elettronica di consumo e soluzioni come quelle di Qualcomm sono fondamentali per lo sviluppo e la progettazioni di gadget smart pensati per migliorare la vita di tutti i giorni.

Milano – 15 maggio 2015 – Qualcomm Atheros, sussidiaria Qualcomm Incorporated (NASDAQ: QCOM), ha annunciato oggi in occasione della Editors Week in corso in California novità in ambito Internet of Everything.

 

Nello specifico:

Tutto ciò contribuirà a semplificare ulteriormente lo sviluppo di dispositivi che utilizzano il Wi-Fi per connettersi ad ecosistemi IoE semplicemente aumentando la flessibilità dei servizi cloud nonché rendendo queste soluzioni sempre più implementabili a livello globale.

 

·         Qualcomm ha annunciato anche l’introduzione di due nuove soluzioni di connettività intelligente appositamente studiate per ambienti IoE. Queste ultime – QCA401x e QCA4531 – permettono di assicurare una migliore esperienza Wi-Fi® e ampliano le capacità di rete per la connessione multipla di device. Entrambe le soluzioni prevedono anche piattaforme di sviluppo per assicurare un processo di implementazione efficace e con costi contenuti.

 

Qualcomm Connected Experiences, una sussidiaria Qualcomm, ha inoltre presentato rilevanti feature addizionali per la piattaforma smart media Qualcomm® AllPlay™ che include funzionalità Bluetooth® per il re-streaming Wi-Fi, opzioni audio custom e l’ottimizzazione delle capacità di sincronizzazione. A corredo di ciò, Hitachi America, Ltd. ha annunciato il lancio di tre nuove casse Wi-Fi basate su AllPlay.

 

Inoltre, Qualcomm ha distribuito un comunicato stampa a cappello sul tema IoE, che racconta tutti i progressi compiuti dall’azienda trasversalmente all’intero portafoglio di tecnologie IoE. Qualcomm ha compiuto importanti passi avanti nei seguenti campi:

 

·         Smart Home – L’AllSeen Alliance, un network di 18 produttori e 18 fornitori di servizi musicali in streaming che hanno integrato o hanno annunciato progetti per integrare AllPlay nell’audio wireless di tutta la casa

 

·         Wearable – Oltre 20 dispositivi indossabili distribuiti in più di 30 paesi, che spaziano dagli smart watch ai fitness tracker, fino alle macchine fotografiche indossabili e agli occhiali digitali

 

·         Connected Car – Oltre 20 milioni di veicoli connessi di tutto il mondo sono dotati di Qualcomm Snapdragon LTE e dei modem 3G

 

·         Smart City – Qualcomm è coinvolto attivamente in 20 progetti volti a fornire connettività smart e sostenibile che aiuti le città ad ammodernarsi. Questi progetti includono il Wi-Fi cittadino, l’utilizzo dell’acqua, il riciclo, l’illuminazione, i trasporti, l’energia e le infrastrutture

 

·         Connected Healthcare – Qualcomm Life sta realizzando un ampio ecosistema sanitario mobile, che include circa 500 clienti e collaboratori, tra cui Cerner, AMC Health, Roche e Walgreens