12211-87deb5c625116df48c811a227a2c74a5

La VR che simula la sbornia dovrebbe arrivare (per una buona causa)

Lorenzo Mortai

Diageo è una grossa compagnia, colei che è dietro a prestigiose e conosciute marche di alcolici, come Guinnes, Smirnoff, Bulleit e Johnny Walker. Se uniamo un’azienda del genere al concetto di realtà virtuale, cosa potrà venirne fuori? Semplice, una esperienza VR che simula la sbornia.

La compagnia è una sostenitrice della realtà virtuale, dichiarando che essa permette agli utenti di vivere determinati e svariati tipi di esperienze sensoriali, senza doverle provare sulla propria pelle. Ormai infatti questo tipo di tecnologia, per quanto ancora in fase di sviluppo per alcune cose, sta prendendo piede sempre più.

LEGGI ANCHE: Anche Meizu si avventura nel mondo della realtà virtuale

Quindi perché non riuscire a simulare anche una sonora “botta” da alcolici? Diageo ci sta lavorando, ed il suo intento ultimo sarebbe promuovere il bere responsabilmente quando ci si mette al volante. L’utente quindi dovrebbe ritrovarsi nella situazione di un guidatore che ha decisamente bevuto troppo, e provare le sue stesse sensazioni.

Fonte: Cnet