disneyquest

La realtà virtuale non stupisce più, e Disney la rimuove dal suo parco divertimenti

Leonardo Banchi

Il continuo avanzare della tecnologia ha sicuramente molti meriti per il modo in cui influisce sulle nostre vite quotidiane, ma talvolta porta con sé l’effetto collaterale di portar via lo stupore destato da apparecchi che solo pochi anni prima sarebbero stati in grado di meravigliare chiunque.

È quanto è successo a DisneyQuest, un’attrazione del parco a tema Disney World basata sulla realtà virtuale e presentata nel “lontano” 1998: dopo 17 anni di onorato servizio, la direzione del parco ne ha infatti annunciato l’imminente chiusura.

LEGGI ANCHE: I piani di Microsoft per la realtà virtuale su Windows 10

Le motivazioni che porteranno alla sua scomparsa nel 2016, per far posto ad un’attrazione ispirata al mondo dell’NBA, in realtà non sono state ufficialmente chiarite, ma è facile pensare che la scelta sia legata alla progressiva diffusione di apparecchi votati proprio alla realtà virtuale, in combinazione con la necessità di un rinnovamento delle attrezzature utilizzate all’interno dell’attrazione: durante la scorsa primavera, infatti, DisneyQuest ha iniziato a presentare numerosi problemi, la cui soluzione avrebbe richiesto alla gestione del parco un importante investimento, che evidentemente appare ingiustificato a confronto con la risonanza che potrebbe avere nel pubblico.

Dopo la scomparsa dei cinema in 3D all’interno dei parchi di divertimento, quindi, l’avanzata della tecnologia si prepara a mietere un’altra vittima. Chi pensate che sarà il prossimo a cadere? Fatecelo sapere nei commenti!

Via: Engadget