alghe inquinamento

Ridotte quantità di CO2 dalle autostrade grazie alle alghe (video)

Cosimo Alfredo Pina

Una delle più grandi e pericolose fonti di inquinamento è senz’altro la circolazione dei veicoli. Tuttavia quello che è potenzialmente dannoso per noi umani non è detto che lo sia anche per altri organismi. Le alghe, come molte altre piante, consumano durante il giorno l’anidride carbonica, noto gas serra, per sopravvivere.

LEGGI ANCHE: Lockheed Martin presenta un reattore nucleare che potrebbe cambiare le nostre vite

Ispirati da questa realtà la firma di design Cloud Collective a realizzato un impianto di purificazione dell’aria basato sulle alghe. La combinazione tra luce solare ed emissioni di CO2 dovute alla sottostante autostrada permettono alle piante acquatiche di proliferare, consumando il gas serra.

Le alghe così prodotte possono essere recuperate come biomassa o usate in altri tipi di elaborazioni, come nella produzione di cosmetici. Questa installazione è soltanto un concept che punta a dimostrare come sistemi del genere siano economici e facili da realizzare. I designer, così come un po’ tutti coloro attenti alla salute e all’ambiente, si auspicano di vederli presto integrati su una più larga scala.

Via