Vodafone-final

Vodafone: rincari e rimodulazioni sui contratti per rete fissa

Cosimo Alfredo Pina

Rimodulazione Vodafone 20 novembre 2016 – Avete un contratto di rete fissa con Vodafone? Ci sono cattive notizie per il vostro portafoglio, visto che l’operatore ha annunciato la rimodulazione di alcune delle offerte, con conseguente rincaro.

I cambiamenti entreranno in vigore dal 20 novembre 2016 e variano in base al tipo di contratto; chi ne ha uno base, per la sola linea telefonica, passerà al Plus che permetterà di chiamare tutti i numeri mobile Vodafone, ad un costo aggiuntivo di 3€ in più ogni 4 settimane.

Anche il resto dei clienti passerà allo stesso contratto Plus, con la differenza che il rincaro è di 1,49€ ogni 4 settimane e che ai piani associati ad una SIM sarà dato 1 GB aggiuntivo di traffico mobile. Poca scelta quindi per i clienti Vodafone interessanti, se non quella di rassegnarsi al rincaro o esercitare il diritto di recesso. A tal proposito ecco le indicazioni ufficiali di Vodafone:

Ai sensi dell’art. 70 comma 4 del Decreto legislativo 1° agosto 2003 n. 259 e dell’art. 16 delle Condizioni Generali di Contratto per il servizio mobile Vodafone in abbonamento entro 30 giorni dalla comunicazione in fattura e’ possibile recedere dal contratto o passare ad altro operatore senza penali. In caso di recesso da un’offerta che include telefono o tablet o mobile Wi-Fi saranno addebitate, a seconda dell’offerta, le eventuali rate residue e il corrispettivo di recesso anticipato, che saranno comunque sempre inferiori o pari al valore del dispositivo al momento dell’acquisto.. Il diritto di recesso potrà essere esercitato gratuitamente inviando una raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO), indicando come causale “cambio delle condizioni tariffarie”. In caso di recesso, per non perdere il numero, oltre a inviare la raccomandata, e’ necessario anche passare contestualmente ad altro operatore.

Via: Mondomobileweb