DJI Mavic Pro_19

Le spedizioni di Mavic Pro tardano a partire e DJI risponde ai clienti

Cosimo Alfredo Pina

DJI Mavic Pro è l’ultimo drone presentato dalla famosa, almeno in questo settore, azienda cinese. L’interessante dispositivo, un piccolo quadrirotore ripiegabile, è stato lanciato a fine settembre con la promessa che le spedizioni sarebbero iniziate entro il 15 ottobre.

È passata quasi una settimana dalla scadenza, ma diversi utenti starebbero già lamentando che le spedizioni ancora non sono partite. In effetti il Mavic Pro ha suscitato molto interesse tra gli appassionati, visto che offre funzioni e qualità video paragonabili a quella di un Phantom 4, in un dispositivo che, quando chiuso, sta sul palmo della mano.

DJI ha risposto ai dubbi degli acquirenti che non vedono l’ora di far decollare il proprio Mavic spiegando:

“Durante l’evento di lancio del nostro Mavic Pro abbiamo detto che le spedizioni sarebbero partite a metà ottobre. Abbiamo sforato e se vi state chiedendo dove è il vostro Mavic Pro, vogliamo aggiornarvi.

Dall’annuncio del Mavic Pro abbiamo avuto una forte richiesta a livello globale. La produzione è a pieni ritmi e stiamo cercando di soddisfare gli ordini più velocemente che possiamo. Se avete un account cliente DJI potete seguire gli aggiornamenti alla pagina http://store.dji.com/product/mavic-pro

È piuttosto ovvio come DJI abbia voluto premere sull’acceleratore per arrivare sul mercato prima del Karma di GoPro, che sarà disponibile dal prossimo 23 ottobre. Forse è stata proprio questa fretta a costargli questo (per ora) piccolo ritardo, che siamo certi non scoraggerà troppo chi davvero attende il drone ripiegabile.

Fonte: Recode
  • Nicola Stancampiano

    sono passati 10 giorni e ancora nessuna spedizione.
    Una maggior richiesta di ordini non giustifica il fatto che i pezzi previsti non dovevano essere spediti per il 15 ottobre.
    Evidentemente è stata solo una bugia per evitare che le persone acquistassero il gopro-karma