compleanno safari 13 anni

Safari sulle beta di macOS e iOS 10 è più veloce grazie a WebP di Google

Cosimo Alfredo Pina -

Nelle beta di macOS e iOS 10 si cela una potenziale interessantissima novità per tutti coloro che ogni giorno navigano sul web da Safari, il browser di Apple. Nelle versioni di prova degli ultimi sistemi operativi, Safari starebbe infatti utilizzando il protocollo di compressione delle immagini WebP.

Si tratta di una tecnologia sviluppata da Google, impiegata su Chrome da ormai tre anni, dalla release 32 del 2013, e anche su Opera è presente. Molto probabilmente anche Safari si unirà alla lista molto presto. Con questa aggiunta il caricamento delle immagini e quindi delle pagine diventerà molto più veloce; WebP utilizza lo stesso meccanismo utilizzato dal codec VP8, tra gli algoritmi di compressione dei media più efficienti.

LEGGI ANCHE: Apple ha creato un Safari per provare il futuro del web su OS X ed iOS

Molto probabilmente l’implementazione dello standard su Safari arriverà con macOS Sierra ed iOS 10, anche se la cosa strana è che per ora la funzione latita su Safari Technology Preview, la versione del browser dedicata agli sviluppatori. Se però dopo i prossimi grandi aggiornamenti per i vostri Mac, iPhone ed iPad vi sembrerà di navigare più velocemente sapete già di chi sarà il merito.

Via: The Next WebFonte: CNET