samsung c-lab sxsw 2016_1

Dalla ricerca Samsung tre nuovi progetti per app innovative e realtà virtuale 4D (foto e video)

Cosimo Alfredo Pina

Al festival musicale e cinematografico South by Southwest (SXSW) c’è anche Samsung dove ha deciso di mettere in mostra le ultime novità in arrivo dal suo C-Lab: Hum On!, Waffle ed Entrim 4D, due particolari app per smartphone e un sistema che renda ancora più immersiva la realtà virtuale.

I progetti sono prototipi in fase di sviluppo e Samsung ha deciso di portarli al SXSW proprio per metterli alla prova, in cerca di feedback dei visitatori. Se anche voi siete curiosi continuate a leggere.

Hum On! L’app per diventare compositori con la voce

Il vostro sogno è sempre stato quello di comporre la vostra opera ma termini come chiave di fa o sincope ritmica non vi dicono niente? Per voi arriva Hum On! un’app che vi permette di scrivere spartiti semplicemente mormorando una melodia.

LEGGI ANCHE: La cintura smart di Samsung si accorgerà se avete mangiato troppo

L’app riconoscerà tonalità e la durata trasformando la vostra voce in uno spartito. Delle basi integrate nell’app vi aiuteranno a dare un tocco Rock, R&B o classico alla vostra melodia. Una soluzione decisamente simpatica e user friendly ma che Samsung spiega basarsi su tecnologia avanzate come machine learning e analisi avanzata.

Waffle: un social per creare in compagnia

Waffle è invece un social davvero particolare. Oltre a permettervi di costruire reti di conoscenze e tenervi in contatto con gli amici vi permette di creare contenuti condivisi. Con un interfaccia che ricorda la trama di un waffle, da qui il nome, potrete, ad esempio, creare una galleria fotografica a cui dare l’accesso agli amici per aggiungere altre foto o schizzi.

Niente di impossibile con altri social, ma anche Samsung ha deciso di creare la sua alternativa, che magari troverà spazio nei prossimi smartphone dell’azienda.

Entrim 4D: le cuffie contro il mal di realtà virtuale

Passando al lato hardware troviamo Entrim 4D, un paio di cuffie che promettono di simulare l’effetto del movimento e dello sbilanciamento. Entrim 4D si basa infatti sulla stimolazione vestibolare galvanica tecnica che va ad interferire con i nervi dell’orecchio per agire sul meccanismo dell’equilibrio.

Sincronizzando la visione a schermo con il sistema di stimolazione, Entrim 4D è così in grado di replicare le sensazioni che si hanno su un mezzo in movimento, rendendo realistica come non mai la VR.

In futuro Entrim 4D potrebbe essere capace anche di replicare la sensazione di rotazione, anche nella speranza di ridurre uno degli effetti più sgradevoli di questa tecnologia, il così detto mal di realtà virtuale.

  • JACK SIMON

    Solo i coreani possono fare i disegnini alla fermata del bus(perchè in ufficio o in parlamento in Italia è uno dei passatempi trendy)….hahahahaaaaa XD