Samsung potrebbe scindersi in due società distinte in futuro

Vezio Ceniccola

Nonostante le tante voci riguardanti i nuovi prodotti dell’azienda, ad iniziare dal tanto atteso Galaxy S8, Samsung starebbe pensando anche alla sua struttura societaria e sembra sia in progetto una piccola rivoluzione per il suo futuro.

La società sudcoreana ha, infatti, presentato la sua risposta formale ad una proposta presentata dal fondo d’investimento statunitense Elliott Associates, azionista di minoranza di Samsung. La proposta suggeriva una scissione dell’azienda in due parti: una holding con finalità di controllo e una società operativa dedita alla produzione. Inoltre, contestualmente alla separazione, ci sarebbe il pagamento una tantum di un dividendo da 27 miliardi di dollari agli azionisti.

LEGGI ANCHE: Huawei vuole scavalcare Samsung nelle vendite

Senza dare una risposta definitiva sulla questione, Samsung ha dichiarato che sta riflettendo sulla proposta, intravedendo i benefici che la creazione di una società di holding potrebbe avere per l’azienda, soprattutto riguardo al mercato azionario e finanziario. Sono in corso verifiche e studi approfonditi tramite consulenti esterni per capire quale sia la struttura ottimale per una compagnia tanto grande e complessa come Samsung, ma ci vorranno ancora mesi per giungere ad una conclusione definitiva.

Intanto, la società ha annunciato che ci saranno ulteriori miglioramenti per i rendimenti degli azionisti, ai quali sarà destinato un monte dividendi più alto del 30% rispetto allo scorso anno. Ciò significa che, nonostante i risultati negativi dovuti alla sfortunata vicenda del Note 7, Samsung continua ad essere un’azienda in salute e una fonte di ricchezza per tutti i suoi investitori.

Via: Sammobile