Samsung Tizen 4.0: modularità per sfidare gli altri OS su smartphone, wearable ed IoT

Cosimo Alfredo Pina

Samsung ha aperto la Tizen Developers Conference, conferenza dedicata al suo sistema operativo. Durante l’evento di apertura ha annunciato due importanti novità Tizen 4.0 e Tizen RT, due nuove versioni che ancora non possono contrastare con i big del settore (Android ed iOS) ma che dimostrano l’interesse del colosso coreano nel creare un proprio ecosistema.

Tizen viene impiegato da buona parte dei device Samsung: TV, wearable e dispositivi IoT. Ovviamente resta fuori una gran fetta, quella degli smartphone basati su Android ma anche in questo campo Samsung si sta muovendo; giusto pochi giorni fa ha lanciato l’inedito Z4, terminale per i mercati emergenti basato su Tizen 3.0.

LEGGI ANCHE: Samsung Z4, tutto quello da sapere sullo smartphone Tizen

Tizen 4.0 porta una sostanziale novità, ovvero un approccio modulare. Con questa struttura il sistema operativo promette scalabilità al massimo e quindi di poter girare su qualsiasi cosa abbia un chip, dalla lampadina smart fino al più potente degli smartphone o dei televisori.

Proprio su questo concetto di modularità Samsung lancia Tizen RT (Real Time) è una versione ridotta al minimo del sistema operativo pensato principalmente per i dispositivi IoT. A tal proposito è stato lanciato il primo SoC compatibile con questo OS, l’ARTIK 053 che a bordo monta un core ARM Cortex R4 a 320 Mhz, 1,4 MB di RAM, 8 MB di memoria flash e radio Wi-Fi già certificata.

Insomma l’universo Tizen continua a crescere e da semplice “piano B” in caso di problemi con Android si sta trasformando sempre più in una vera e propria alternativa.

Via: androidauthority.com