chromecast processore

Il nuovo Chromecast è fino a 2,5 volte più veloce della prima versione

Cosimo Alfredo Pina

Esattamente una settimana fa Google annunciava, di fianco alle altre novità, l’arrivo del nuovo Chromecast e dell’inedito Chromecast Audio. Ovviamente la presentazione si è incentrata sulle caratteristiche generali offerte dalle due chiavette, piuttosto che sulla scheda tecnica.

A fare più chiarezza ci pensa Marvell, azienda che realizza i chip dentro le chiavette di Google, che in un comunicato stampa ha pubblicato la maggior parte delle caratteristiche tecniche. Le differenze sono sostanziali e SoC, CPU e modulo Wi-Fi sono stati aggiornati:

Chromecast (2013) Chromecast (2015) Chromecast Audio
SoC Marvell ARMADA 1500 Mini SoC (88DE3005) Marvell ARMADA 1500 Mini Plus SoC (88DE3006) Marvell ARMADA 1500 Mini Plus SoC (88DE3006)
CPU 1x Cortex-A9 2x Cortex-A7 (1.3GHz?) 2x Cortex-A7 (1.3GHz?)
Memoria 512MB 512MB N/A
Wi-Fi 1×1 2.4GHz 802.11n 1×1 2.4GHz/5GHz 802.11ac 1×1 2.4GHz/5GHz 802.11ac
Output video 1080p 1080p N/A
Connettività HDMI
Micro-USB (Alimentazione)
HDMI
Micro-USB (Alimentazione)
3.5mm Combo Jack
(Analog + Optical Audio)
Micro-USB (Alimentazione)
Data di lancio 24/07/2013 29/09/2015 29/09/2015
Prezzo di lancio 39€ 39€ 39€

Stando a quanto riportato dal comunicato di Marvell, la nuova architettura Mini Plus è capace di offrire performance 2,5 volte superiori rispetto alla Mini del vecchio Chromecast. L’impiego di un sistema a più CPU, anche si di fascia inferiore, sembra esser la chiave dell’aumento di potenza.

Sul comparto grafico Marvell non ha rilasciato particolari dettagli se non che è compatibile con OpenGL ES 2.0; molto probabile che la GPU impiegata sia della stessa serie (Vivante) del modello precedente.

Più dettagli invece sul chip wireless integrato, che nel modello precedente presentava non sempre performance ottimali. L’Avastar 88W8887 è una soluzione quattro-in-uno che offre Wi-Fi, Bluetooth, NFC e ricevitore FM, che però sui Chromecast è stato adatto per supportare soltanto il Wi-Fi 802.11ac, con larghezze di banda fino a 433 Mbps sui 5 GHz.

I presupposti per un’esperienza rinnovata, almeno sulla carta, sembrano esserci tutti anche se per avere una conferma di quanto promesso da Marvell vi rimandiamo ad una nostra prova con mano che confermi o meno se Google sia riuscita a sfruttare al meglio il nuovo hardware.

  • Maggiko

    Dal punto di vista audio si sa qualcosa? DTS/5.1 saranno supportati?

  • Mattia

    Chromecast 2013 costava €35 se non sbaglio

  • Gigi

    Aspetto una vostra comparativa per capire se mi conviene fare l’upgrade o rimanere con la vecchia versione 😉

    • Francesco Piccininni

      idem anche se non penso cambi molto se non giochi con la chromecast!

    • Okazuma

      Dai pareri che ho letto in giro, la differenza maggiore la si nota nella copertura del segnale WIFI che con questa nuova versione è aumentata notevolmente

  • duddolo

    Quindi internamente l’Audio ed il normale sembrano uguali. Chissà se con un paio di saldature si possa trasformare un Chromecast normale in un Audio e viceversa, in modo da avere entrambi in uno.

  • Mario

    il mio è in spedizione. vediamo osa cambia dal vecchio modello.
    Il device piu’ interessante è la variante audio IMHO (pure quella ordinata)