onde gravitazionali

Dimostrata l’esistenza delle onde gravitazionali, scoperta che rivoluziona la fisica moderna

Cosimo Alfredo Pina -

A 100 anni dalla loro teorizzazione le onde gravitazionali sono state finalmente osservate. Da quando Albert Einstein le aveva predette, le onde gravitazionali sono state uno dei grandi misteri non dimostrati della scienza moderna, in quanto impossibili da osservare, almeno finora.

Proprio pochi attimi fa la National Science Foundation ha dato l’annuncio al mondo che per la prima volta si è riusciti ad osservare queste sfuggenti e deboli entità fisiche. La scoperta risale al 14 settembre 2015, quando gli strumenti LIGO e VIRGO hanno captato le onde gravitazionali.

Il LIGO, in terra statunitense, ed il VIRGO, che si trova in Italia (Cascina, Pisa) sono degli osservatori, costituiti da tunnel ad L lunghi 4 chilometri, che integrano strumenti così sensibili da poter captare variazioni nell’ordine del millesimo di protone.

LEGGI ANCHE: Google celebra l’inventore della tavola periodica e anche voi dovreste!

Tra queste ci sono quelle legate alla sensazionale scoperta: onde gravitazionali, generate 1,3 miliardi di anni fa dalla fusione di due buchi neri dalla massa 30 volte quella del Sole, che hanno raggiunto la Terra lo scorso settembre.

L’esistenza delle increspature del tessuto dello spazio tempo dovute alla gravità sono quindi state dimostrate grazie a questo esperimento storico, affiancato dalla relativa pubblicazione scientifica, ma che non è altro che il primo di una lunga serie.

Si ipotizza infatti che le onde gravitazionali possano trasportare con se non solo deformazioni dello spazio tempo, ma anche informazioni e concetti inediti sulla natura dell’universo. In attesa della prossima grande scoperta vi lasciamo con lo storico video dell’annuncio ufficiale e una semplice spiegazione della teoria delle onde gravitazionali.

Via: Il Post
  • Massimo Disarò

    Grande Marco. Uno del mio paese.