b6krbjpn13dqcy7el4hz

Scoperta una fortezza vichinga vecchia di mille anni

Lorenzo Fantoni

Sono passati 60 anni dall’ultima fortezza vichinga scoperta, il che ha portato molti a pensare che non ci fosse più niente da sapere su questa antica civiltà, ma lo scorso fine settimana un team di archeologi inglesi e danesi ha annunciato di aver scoperto alcune prove di un nuovo sito, e per farlo hanno usato alcune tecnologie molto interessanti.

La fortezza si trova a circa 40 miglia da Copenhagen, in un punto in cui in effetti si ipotizzava potesse trovarsi una struttura simile, ma sul quale fino ad oggi non si era trovato niente. Grazie all’aiuto dell’Università di York e della ricercatrice Helen Goodchild il team ha scoperto le prove di un grande struttura circolare con quattro aperture, ognuna chiusa con portoni di legno che sono stati bruciati, probabilmente durante una battaglia.

Ma come si è arrivati a questa scoperta? Secondo l’Università di Aarhus, Goodchild ha usato una tecnica chiamata “gradiometria” che prevede la misurazione del campo magnetico terrestre nel terreno del sito di ricerca. Comparando le variazioni da zona a zona è possibile capire dove l’uomo ha compiuto delle alterazioni, ad esempio scavando dei pozzi o delle trincee, circoscrivendo così il luogo dove scavare.

Il risultato è l’immagine che vedete qua sotto, in cui è possibile notare la circonferenza della fortezza.

hkk7zumx5ze5z1phwbry

Adesso il team sta aspettando i risultati sul legno dei portoni, così da datare con precisione, ma secondo i ricercatori la struttura risale a Re Harald Bluetooth (sì, proprio da lui arriva il nome) o da suo figlio Sweyn Forkbeard, che regnò intorno all’anno 1000, e che divenne re d’Inghilterra quando la invase nel 1013. Di fatto, questa potrebbe proprio essere la fortezza da quale Forkbeard lanciò la sua offensiva finale.