spermafossile

Scoperto lo sperma vecchio di milioni di anni

Lorenzo Fantoni

Gli scienziati hanno scoperto un fossile australiano che contiene il campione di sperma più vecchio del mondo.

LEGGI ANCHE: Scienziati creano il DNA “non naturale”

Lo sperma è contenuto in un piccolo gambero che si trova in uno scavo situato nell’outback australiano, a Riversligh, una zona in cui i paleontologi hanno già trovato enormi ornitorinchi piene di denti e canguri giganti che si nutrivano di carne.

Gli spermatozoi di questo crostaceo, chiamato ostracoide, sarebbero più lunghi del crostaceo stesso, e infatti si trovano strettamente avvolti all’interno dei suoi organi sessuali.

La raccolta del fossile risale al 1988, ma solo recentemente alcuni specialisti in analisi fossile si sono resi conto che conteneva resti di tessuti molli e organi sessuali.

Secondo gli esperti la conservazione del fossile è dovuta alla presenza 17 milioni di anni fa di guano di pipistrello all’interno di una caverna. I piccoli ostracoidi infatti vivevano in pozze presenti nella caverna, e la ricchezza minerale del guano di pipistrello potrebbe aver contribuito alla conservazione dei tessuti molli.