La SD Association annuncia UHS-III: in arrivo SD/microSD con velocità di lettura/scrittura fino a 624 MB/s

Lorenzo Delli

La SD Association, l’organizzazione no-profit che si occupa di stabilire gli standard relativi appunto all’utilizzo delle memorie Secure Digital, ha annunciato alcune novità piuttosto importanti negli ultimi giorni. La principale è relativa all’introduzione del bus UHS-III, ovvero il bus ad “Ultra High Speed” di terza generazione che permetterà scrittura e lettura di dati a velocità ancora maggiori.

UHS-III per la precisione incrementa la potenziale velocità di lettura e scrittura a 624 MB al secondo, il doppio di una UHS-II. Così come le UHS-II presenteranno una seconda linea di pin a cui verranno assegnati i segnali, il che implica che le nuove SD UHS-III saranno retrocompatibili con dispositivi UHS-II e UHS-I, vista la presenza della classica prima fila di pin.

uhs-i-vs-uhs-ii

Ciò che spinto l’organizzazione a lavorare su queste nuove SD ad alta velocità è il continuo espandersi di contenuti in 4K, addirittura in 8K o video a 360° che richiedono non solo sempre più spazio, ma anche maggiori velocità di scrittura. Considerate comunque che dall’annuncio all’effettivo arrivo in commercio di SD e microSD UHS-III potrebbero passare svariati mesi (se non anni), come successe nel caso delle UHS-II.

LEGGI ANCHE: SanDisk presenta una microSD da 256 GB perfetta per lanciare le app

Gli annunci da parte della SDA (sì, l’acronimo corrisponde alla società italiana di spedizioni) non terminano qui, come già accennato in apertura. L’organizzazione ha infatti annunciato anche l’introduzione della classe A2, ovvero schede di memoria che devono garantire, per poter appartenere a questa classe, IOPS in lettura pari a 4.000 e IOPS in scrittura pari a 2.000. La classe A1 come requisiti minimi aveva 1.500 IOPS in scrittura e 500 IOPS in lettura.

Per chi non lo sapesse, con IOPS (pronunciato eye-ops) si intende Input/Output Operations Per Seconds, una unita di misura delle performance delle unità di archiviazione. Dulcis in fundo, è stato annunciato anche il logo LV, che, se presente su una SD o su una microSD, sta ad indicare molto semplicemente l’acronimo Low Voltage.

sd-a2-lv

Questa tipologia di memorie, denominate LVS, lavorerà con segnali a 1,8V (invece che a 3,3V) e sarà anche in questo caso retrocompatibile con lettori e dispositivi di precedente generazione. Un dispositivo Host appartenente alla categoria LVS sarà compatibile solo con le nuove memorie LVS. I tre annunci sono comunque separati tra di loro. Nei prossimi mesi/anni potremmo vedere arrivare in commercio schede di memoria UHS-III con LVS, o UHS-III con A2 o con A2 e LVS. Per maggiori dettagli vi rimandiamo alla home della SD Association dove potete trovare tutti i comunicati relativi agli annunci.

Via: AnandTechFonte: SD Association
  • Corrado Gadaleta

    Quante migliaia di euro costerà? :’D