sedia realtà virtuale

Vivete i videogiochi in prima persona, con questa sedia per la realtà virtuale (video)

Leonardo Banchi

La realtà virtuale, per quanto ancora agli inizi della propria evoluzione, sta riscuotendo un grandissimo successo, ed è guardata con particolare attenzione soprattutto dal mondo dei videogiochi, dove la possibilità di immedesimarsi a fondo nella situazione mostrata può fare davvero la differenza.

Se i visori sono sicuramente il primo gadget a cui viene spontaneo pensare per gettarsi all’interno della realtà virtuale, è altrettanto evidente il limite principale di questo tipo di tecnologia: indossando un Oculus Rift, un HTC Vive o un altro dispositivo simile per giocare, ad esempio, a un gioco di corse automobilistiche, avreste infatti davanti ai vostri occhi il circuito e gli avversari, ma non potreste certamente sentire le sensazioni provocate dalle accelerazioni o dagli urti.

LEGGI ANCHE: Samsung vuole portare la realtà virtuale alle Olimpiadi

I tentativi fatti per superare questo limite da varie aziende sono tanti e molto fantasiosi, ma quello di MMOne Company, una compagnia con sede in Ucraina, sembra decisamente il più efficiente: essi hanno infatti messo a punto una sedia in grado di ruotare su tre assi differenti, e di offrire all’utilizzatore sensazioni di caduta, accelerazione, frenata, o perfino di fargli vivere un vero e proprio giro della morte.

La sedia, testata con il gioco di corse Trackmania e con un simulatore di volo, sembra essere davvero efficiente, tanto da non essere indicata per persone particolarmente impressionabili, visto che le sensazioni offerte possono essere paragonate con quelle vissute su delle montagne russe.

Il progetto è però ancora in fase di sviluppo, e nonostante l’appoggio da parte di compagnie come Ubisoft e la campagna di finanziamenti da 5 milioni di dollari potrebbe essere necessario attendere ancora a lungo prima di poterne facilmente trovare un esemplare vicino a casa propria (dato il costo, difficilmente questo potrà infatti diventare un gadget casalingo).

Vi lasciamo però a seguire un video nel quale vedrete un primo prototipo in azione. Guardatelo e fateci sapere: non credete che sia questo il modo giusto per vivere appieno la realtà virtuale?

Via: Venturebeat