self driving car google

Le self-driving di Google si allenano nella realtà virtuale

Cosimo Alfredo Pina

Per far si che le auto a guida autonoma siano in grado di viaggiare in totale sicurezza sulle affollate strade i loro algoritmi di conduzione devono essere “allenati” a praticamente ogni evenienza.

Per questo Google sta da tempo conducendo numerosi test su strada. Un altro particolare modo utilizzato da BigG per raffinare gli algoritmi di guida autonoma è uno speciale simulatore che permette al conducente virtuale di percorrere quasi cinque milioni di chilometri al giorno.

LEGGI ANCHE: Le self-driving di Google si allenano nella realtà virtuale

Si tratta di un particolare simulatore che consumando una gran quantità di risorse mette ripetutamente alla prova le capacità delle self-driving. Il tutto è impiegato principalmente in caso di cambiamenti allo stile di guida, ad esempio la traiettoria di entrata in curva, per valutare come questi si ripercuotono a lungo termine sull’esperienza globale.

Sono tutti accorgimenti necessari a rendere questa tecnologia una realtà capace di affrontare in maniera autonoma tutte le sfide che una strada moderna può presentare.

Via: EngadgetFonte: Google