sketchfab head

Sketchfab arriva su HTC Vive, e porta con sé un mondo di oggetti 3D

Leonardo Banchi

La realtà virtuale, e il mondo degli oggetti 3D in generale, sta provando ad entrare prepotentemente nelle nostre vite tecnologiche: purtroppo, però, allo stato attuale sono ben pochi (e poco diffusi) i dispositivi che permettono di muoversi all’interno di un mondo tridimensionale, e condividere un modello 3D non è affatto semplice come inviare una foto o un video ad uno dei nostri contatti.

Sketchfab, una piattaforma nata proprio per la condivisione di modelli 3D, sta però provando a risolvere la situazione realizzando applicazioni per tutti i più diffusi dispositivi compatibili con la realtà virtuale: dopo aver rilasciato app per Android ed iOS all’inizio del mese, il servizio è ora approdato su HTC Vive, con la promessa di aggiungere presto anche Oculus Rift e Gear VR al proprio portafoglio.

LEGGI ANCHE: Intel al lavoro sulla sua realtà virtuale basata su RealSense 3D

Grazie all’applicazione di Sketchfab, utilizzare il proprio visore per osservare da ogni angolazione il modello 3D di un oggetto, o per muoversi all’interno di un edificio, sarà davvero semplice: non solo potrete infatti caricare il modello sulla piattaforma, ed osservarla con un normale browser, un Cardboard o un HTC Vive, ma anche condividerlo facilmente con altre persone invitandole a visualizzare un link, o incorporandolo direttamente in altre pagine web.

L’utilizzo attraverso HTC Vive, il visore di alta fascia nato dalla collaborazione fra HTC e Valve, è attualmente possibile attraverso due tecnologie: la prima è WebVR, l’esperimento di Mozilla che permette al visore di caricare scenari in realtà virtuale dal web, alla quale si affianca una applicazione ufficiale. Purtroppo, però, i lavori sono ancora alle prime fasi, e ognuna delle due alternative presenta alcuni lati negativi: se la visione da browser appare ancora più macchinosa dell’app dedicata, quest’ultima limita il catalogo di oggetti disponibili per la visualizzazione a una ristretta cerchia.

In attesa che la diffusione di visori per la realtà virtuale si faccia davvero capillare, vi invitiamo a visitare a questo indirizzo la ricostruzione della “Camera di Vincent ad Arles”, il celebre quadro di Van Gogh, grazie alla quale potrete muovervi in prima persona nel dipinto del pittore olandese.

Via: TheVerge