Sky Q è la rivoluzione delle Pay TV che stavate aspettando

Giuseppe Tripodi -

Sky ha presentato oggi a Londra la sua nuova piattaforma Sky Q, che promette di essere letteralmente una rivoluzione nell’ambito delle Pay TV. La società, infatti, ha riscritto da zero il proprio sistema, impiegando le ultime tecnologie del mercato come Powerline, contenuti in streaming, risoluzione 4K, Airplay e tanto altro.

La nuova piattaforma sarà disponibile in un primo momento solo in Inghilterra, dove Sky è anche provider Internet: Sky Q è infatti fortemente basata sul web e, sebbene sia già stato annunciato che arriverà anche in Italia, potrebbe passare diverso tempo prima di vederla nel nostro paese.

LEGGI ANCHE: Streaming in 3G, canali smart e integrazione con Google Now: ecco l’avanguardia Netflix

Tra le nuove funzionalità di cui potremo beneficiare con Sky Q, vale la pena segnalare:

  • Tutti i canali e tutti i contenuti on demand, da tutte le TV di casa o da tablet
  • Possibilità di mettere in pausa un canale Live, per poi riprendere la visione anche da un altro dispositivo (tablet inclusi)
  • Possibilità di salvare i contenuti (anche quelli registrati da satellite) su tablet per vederli in mobilità
  • Possibilità di vedere 5 contenuti Sky diversi su 5 diversi dispositivi, mentre il decoder registra altri 4 canali
  • Tutti i decoder e i set top box sono hotspot WiFi per condividere la connessione internet
  • Nuovo telecomando con touchpad
  • Nuova interfaccia, con ricerca avanzata e guida TV completa
  • Supporto ai 4K
  • Accesso a piattaforme di streaming video come Vevo e YouTube, nonché alle proprie foto caricate su cloud
  • Possibilità di effettuare streaming audio tramite bluetooth o AirPlay

Sky Q contenuti on demand

Il tutto sarà accompagnato da nuovi e potenti decoder, chiamati Sky Q Silver (scheda tecnica) e Sky Q (scheda tecnica): il primo supporta contenuti in 4K ed ha un hard disk interno da 2 TB in cui salvare fino a 350 ore di contenuti, mentre il secondo ha solo 1 TB e non supporta l’Ultra HD. Entrambi hanno 12 tuner interni.

Abbiamo poi Sky Q Mini (scheda tecnica), piccolo decoder pensato per le stanze secondarie che funziona solo tramite wireless o powerline e si appoggia al decoder principale per i contenuti.

Conclude la gamma Sky Q Hub (scheda tecnica) è il router che gestisce la connessione internet, al quale si connettono tutti gli altri dispositivi, tramite wireless o powerline.

Infine, Sky ha annunciato un’applicazione per smartphone e tablet chiamata Sky Q App tramite la quale si potranno visualizzare i contenuti on demand anche da mobile.Sky Q App

Sky Q verrà lanciato all’inizio del 2016 in Inghilterra, probabilmente come servizio aggiuntivo (e non sostituitvo) all’attuale Sky che conosciamo: non ci sono ancora informazioni circa i prezzi o la disponibilità in Italia, ma ci auguriamo che questa piattaforma arrivi presto anche nel nostro paese.

Via: DDay