sony morpheus head

Sony avanza nella realtà virtuale, migliorando il proprio Project Morpheus (foto)

Leonardo Banchi

Sempre più aziende mostrano la propria attenzione per verso la realtà virtuale, anche all’interno del mondo videoludico. Dopo Valve, che ha collaborato con HTC per la realizzazione di HTC Vive, è adesso il turno di Sony, che alla Game Developers Conference ha mostrato l’evoluzione del proprio Project Morpheus.

LEGGI ANCHE: HTC Vive ufficiale: l’headset per la realtà virtuale in collaborazione con Valve

Rispetto al prototipo presentato lo scorso anno, infatti, l’headset di Sony ha subito molte migliorie, sia dal punto di vista del design e delle caratteristiche tecniche che sotto l’aspetto software, con lo sviluppo di nuove demo che permettano di apprezzarne tutte le possibilità.

Il nuovo modello di Project Morpheus è infatti più leggero e comodo della prima versione, ed il display è contenuto in un modulo separato dal supporto che lo tiene attaccato alla testa: questo permette così di regolarne la distanza dagli occhi, adattando la pressione effettuata sul volto ed aumentandone così il comfort. Lo schermo rimane da 5,7 pollici, ma il pannello LCD è stato sostituito da uno OLED, che dovrebbe garantire un miglioramento nella qualità dell’immagine.

Poiché la dimostrazione del dispositivo è stata incentrata sulle possibilità offerte in ambito ludico, le demo sviluppate sono studiate in modo da evidenziare la possibilità di integrazione con altri dispositivi Sony: in una di esse, ad esempio, lo spettatore si può muovere all’interno di un piccolo mondo popolato da amichevoli robot, utilizzando un controller PlayStation come una torcia, da muovere con le mani per illuminare le varie aree della stanza.

La seconda demo permette invece di concepire realmente quanto i dispositivi per la realtà virtuale siano potenzialmente efficaci per immedesimarsi in una situazione: provando Project Morpheus avreste infatti potuto mettervi nei panni di un personaggio sottoposto ad un interrogatorio da un temibile uomo in canottiera, fuggendo poi alla ricerca di una pistola e delle sue munizioni.

La competizione per la realtà virtuale, anche nell’ambito dei videogiochi, si fa quindi accesa. Finora, però, non è stato ancora possibile osservare prodotti compiuti, in grado di spingere realmente il grande pubblico all’acquisto di queste innovazioni. Sony, tuttavia, prevede di vendere il proprio Project Morpheus a partire dai primi mesi del 2016: dobbiamo quindi aspettarci qualche importante rivelazione in occasione dell’E3 che si terrà a Giugno di quest’anno?

Via: C|Net